Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 16 Giugno
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



E tornato Gian Burrasca a Sala Consilina, Polla e Camerota.


18-04-2007

E’ tornato Gian Burrasca a Sala Consilina, Polla e Camerota

La compagnia dell’Accademia Magna Graecia in tour


La compagnia dell’Accademia Magna Graecia torna in scena con “E’ tornato Gian Burrasca”: questa sera, mercoledì 18 aprile, presso il teatro dell’Itis di Sala Consilina, domani, giovedì 19, presso il Centro Sociale don Bosco di Polla e venerdì 20 presso il Cineteatro Bolivar di Camerota. In ciascuna località lo spettacolo si terrà alle 9 e alle 11 per le scuole e alle 21 per chiunque desideri assistere allo spettacolo (il costo del biglietto è di 7 euro).

In occasione del centenario della pubblicazione de “Il Giornalino di Gian Burrasca” su “Il Giornalino della Domenica” (1907-1908), la Compagnia stabile dell’Accademia Magna Graecia di Paestum, nell’ambito della rassegna “Emergenze”, ha presentato “E’ Tornato Gian Burrasca”.

Si tratta di un libero adattamento teatrale del celebre classico “Il Giornalino di Gian Burrasca” di Luigi Bertelli, detto “Vamba” (Firenze, 1858-1920), per la regia di Sarah Falanga. Prima nazionale di questo riadattamento, lo spettacolo si giova della partecipazione straordinaria di Christian Moschettino, bravissimo cantante e attore.

Gian Burrasca è uno spettacolo che unisce divertimento e qualità artistica, rispondendo al crescente interesse del pubblico verso quella forma spettacolare che coinvolge le discipline del canto, della recitazione e della danza: la commedia musicale.

La Compagnia Stabile dell’Accademia Magna Grecia interagirà con gli allievi del primo anno di corso dell’Accademia, che si cimenteranno per la prima volta nell’allestimento di un lavoro teatrale.

Le avventure di Gian Burrasca ben si prestano a diventare uno spettacolo di grande simpatia e popolarità. Ne è testimone l’incredibile successo che la serie televisiva scritta e diretta per la RAI da Lina Wertmüller con le musiche di Nino Rota e la partecipazione di Rita Pavone nel ruolo del protagonista, ha avuto negli anni ‘60.

Tra le melodie scelte, musiche inedite scritte dal Maestro Mauro Daddato e la celeberrima “Viva la pappa col pomodoro”, uno dei motivi più conosciuti ed amati da


La trama

E ne succedono davvero tante a Gian Burrasca, le cui buone intenzioni si trasformano per “sfortuna” e per “disgrazia” in marachelle esplosive che mandano a gambe all’aria genitori, parenti, vicini, conoscenti.

Come i personaggi dei cartoni, Gian Burrasca si ricompone sempre e di nuovo intero, si ostina su quel limite che gli è necessario per crescere. «Perché? Che fare?» si chiedono i genitori. Gian Burrasca nostro contemporaneo: difficile è il mestiere di figlio e, in eguale misura, quello del genitore, dell’educatore.

Del testo letterario lo spettacolo presenta alcune tra le più significative avventure e, senza tradirne l’ironia e il divertimento, il ritmo indiavolato si apre anche sulle complessità della condizione giovanile, sul problematico dialogo tra generazioni. Per questo il nostro Gian Burrasca usa giochi di parole, rime, accelerazioni della musica rap, piegati alla sua esigenza di cantastorie moderno.

Sulla suggestiva scenografia, gli attori narrano la storia con varietà di punti di vista, in un “concerto polifonico” sfrenato e anticonvenzionale proprio della migliore tradizione italiana.




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro