Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 24 Novembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



San rufo: ultimati i lavori del paramassi. A breve la riapertura della statale 166 degli Alburni


26-04-2012

Dovrebbe essere riaperta entro la fine di aprile la Strada Statale 166 Degli Alburni, l'importante arteria che collega Capaccio con il Vallo di Diano, chiusa ormai da sette mesi per via di un intervento di messa in sicurezza dell'arteria nel territorio di San Rufo. I lavori, iniziati a gennaio, si sono protratti più dei due mesi previsti per via delle condizioni metereologiche: l'Anas aveva assicurato la riapertura entro la fine di febbraio, ma è stata rinviata ancora. L'intervento si è reso necessario dopo che il 19 settembre dello scorso anno, si staccarono alcuni massi dal costone roccioso, rischiando di provocare una tragedia al passaggio di un'auto. I lavori hanno previsto la realizzazione di una galleria paramassi a basso impatto ambientale, alta 6 metri, con una larghezza che copre l'intera carreggiata e una lunghezza di 100 metri, realizzata in modo da consentire la vista panoramica.

L'ultima fase dei lavori prevede la sistemazione di due frane sull'arteria, dopo di che si potrà ripercorrere la strada senza pericolo. Intanto però i numerosi cittadini che ogni giorno si servono della strada per gli spostamenti tra la Valle del Calore, i Monti Alburni e il Vallo di Diano, sono esasperati perché costretti ad un percorso alternativo, più lungo e tortuoso, e in alcuni tratti non meno pericoloso della SS 166. I cittadini della zona degli Alburni, ad esempio, si servono della Sp 342, una strada peraltro formalmente chiusa per un ben più evidente pericolo di caduta massi, tra Roscigno e Sacco. Un'arteria molto pericolosa, non solo perché alla prima folata di vento si staccano pietre dalle pareti che costeggiano la strada stessa, ma anche per la presenza di cumuli di terriccio, ereditati da una precedente, spaventosa frana che si verificò un paio di anni fa. Insomma, la SS 166 è stata chiusa per mesi, e lo è ancora, e chissà se verrà riaperta entro la fine di aprile come si vocifera in zona, ma intanto i lavoratori e gli studenti che percorrono la Sp 342 e poi la Sp 11 per spostarsi tra Valle del Calore e zona degli Alburni, corrono esattamente gli stessi rischi – probabilmente qualcuno in più – rispetto a chi, fino a settembre, ha percorso la Ss 166.
 

tratto da: www.vivicilento.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro