Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 28 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sassano: replica del Codacons al sindaco Pellegrino per i recenti interventi durante l'incontro sulla legalitā tenutosi sabato scorso


15-03-2012

Vogliamo esprimere ancora una volta compiacimento per l'iniziativa intrapresa dal Forum dei Giovani di Sassano per aver organizzato un incontro sulla legalità e aver mostrato un film sulla vita di un coraggioso cronista assassinato dalla camorra, Giancarlo Siani. Tuttavia, dobbiamo necessariamente replicare alla scomposta reazione del Sindaco al nostro comunicato, con il quale non si voleva assolutamente alimentare alcun tipo di polemica, ma solo far presente alcuni aspetti nevralgici del vivere sociale, le cui implicazioni nell'ambito della legalità forse sfuggono al primo cittadino.
Pertanto, dobbiamo precisare che i Sostituti Procuratori coinvolti ed invitati al convegno sono titolari di indagini aventi ad oggetto fatti e vicende non solo relativi al boschetto paleo-palustre, ma anche quelli sollecitati dal primo cittadino contro un altro cittadino di Sassano. E proprio per quel senso delle istituzioni che ci siamo premurati di esprimere doverosamente la nostra opinione sull'inopportunità della presenza dei due PM ad un tavolo con, al centro, i rappresentanti dell'amministrazione di Sassano e, in particolare, con un consulente legale del Sindaco denunciante, anche assessore alla legalità. Proprio perché tutti i cittadini (anche quelli semplici e non solo quelli onorevolmente ossequiati da certa stampa) devono poter conservare punti di riferimento credibili. In assenza di casi così delicati (uno promosso dallo stesso Sindaco e non da noi) ci saremmo astenuti da qualsiasi commento, ben consci del fatto che sia il Comune di Sassano sia il Tribunale di Sala Consilina sono due istituzioni della Repubblica Italiana delle quali abbiamo massimo rispetto e considerazione. Avevamo infatti scritto che ”la presenza, allo stesso tavolo di discussione, dei due PM insieme agli amministratori di Sassano potrebbe, per un cittadino addentro alle questioni giudiziarie in atto, sembrare alquanto inopportuna. Senza nulla togliere al diritto dei due PM di partecipare, come cittadini, a qualsiasi manifestazione pubblica...“
Purtroppo, invece di rispondere sulle questione messe in campo, il Sindaco, non recependo gli argomenti fondati su fatti concreti, si lancia in accuse di non meglio specificate critiche da parte di ignoti, per voler usare anche noi un linguaggio generico. Ribadiamo, poi, che proprio relativamente al boschetto paleo-palustre esiste, agli atti dello stesso Comune di Sassano, la nostra proposta sulla trasformazione dell'area in laboratorio didattico con annessa struttura di accoglienza per studenti costruita con tecniche di bio-edilizia, come pure esistono in merito alla sorgente di acqua sulfurea di Via Molinella e al tema di una maggiore e concreta trasparenza da parte dell'Ente. Ma forse di queste proposte il Sindaco, all'epoca troppo impegnato in discussioni con l'Onorevole Trepiccione, che aveva prima presentato e poi ritirato un'interrogazione parlamentare in merito allo stesso boschetto, non aveva e non ha contezza. Ci chiediamo, però, quali informazioni avesse avuto da chi gli suggeriva un intervento in merito alla questione. E ci chiediamo se si sia mai chiesto quali fossero le nostre motivazioni per opporci a quella che, nel tempo, si è rivelata una vera e propria attività imprenditoriale di politici locali. Nessuna parola, infine, è stata pronunciata sulla ditta di Casal di Principe alla quale sono stati appaltati lavori per un totale di 861.954,17 EUR, di cui 53.699,12 a carico del Comune di Sassano. Nessuna parola se il Comune di Sassano si costituirà parte civile nel processo che vede un'azienda, al cui interno vi sono importanti pezzi delle istituzioni locali, accusata di occupazione di suolo pubblico per circa 1000 metri quadrati. Tale zona abusivamente occupata corrispondeva, guarda caso, proprio ad una parte dell'area boscata scomparsa. Anche questi fatti attengono alla cultura della legalità, che per noi significa rispetto e pratica delle leggi, sempre. Se poi si vuole che si parli solo delle terre di Gomorra, o del sesso degli angeli, ne prenderemo atto. Ma non ci faremo intimidire, anche di fronte a toni particolarmente accesi.

Roberto De Luca
Responsabile Sede Codacons Vallo di Diano
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro