Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 22 Febbraio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



FareTurismo: Identikit dello studente iscritto a Scienze del Turismo


23-04-2006

Formazione Turistica: la Mappa del Touring Club Italiano
Presentati a FareTurismo i dati sull’offerta formativa
L’Identikit dello studente iscritto a Scienze del Turismo:
sesso femminile, regione di provenienza Campania o Sicilia
Vito Cinque protagonista de “l’Incontro con l’Imprenditore di Talento”
Jannotti Pecci ringrazia Alfonso Andria a nome degli operatori turistici italiani

Sono circa 20mila gli iscritti agli 81 Corsi di Laurea a sfondo turistico attivi ad oggi nelle Università italiane, di cui 12mila propriamente in Scienze del Turismo per 23 Corsi di laurea attivi nella “classe 39”. Sono solo alcuni dei dati dell’ultimo aggiornamento fatto dal Touring Club Italiano sulla “Mappa della Formazione Turistica”: numeri in progress che saranno definitivamente aggregati, sistemati e resi pubblici nel prossimo giugno, disponibili gratuitamente sul sito ufficiale dell’Associazione. L’anticipazione è stata resa quest’oggi dal Direttore del Centro Studi Touring Club Italiano Marco Berchi nell’ambito di FareTurismo, la manifestazione promossa da Comune, Provincia e Camera di Commercio di Salerno in collaborazione con l’EPT di Salerno ed ideata e organizzata dalla Leader sas di Ugo Picarelli.

Il 69.4% degli iscritti alla classe 39 “Scienze del turismo” è costituito da femmine, mentre se si considerano anche altri Corsi a sfondo turistico, come Scienze delle Mediazione Linguistica o Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale, la percentuale “scende” al 56.4 %. Tra le regioni di provenienza degli studenti, prima la Campania con (1800 su 12mila), seguita da Sicilia (1500), Lombardia (1497) e Piemonte (1282).
Quanto invece alla distribuzione dei corsi nel settore, la Lombardia è la regione in cui se ne registra il maggior numero (14 di I° Livello e 4 di II° livello), seguita da Sicilia (9 e 6), Lazio (6 e 3) e campania (7 in tutto i Corsi di laurea attivati, 5 di primo livello e 2 di secondo).


Il Direttore Berchi ha illustrato i risultati dapprima nel corso della mattinata, incontrando i circa 40 rappresentanti (Presidi di Corsi di Laurea, Direttori di Master, Prorettori) delle Università e delle Scuole di Master di tutta Italia che hanno partecipato al Forum a porte chiuse su “Il mondo accademico e il turismo: primo incontro sui Corsi di Laurea e Master per la valutazione dei risultati formativi e delle prospettive future”; nel pomeriggio, poi, introducendo i lavori dell’ultima Tavola Rotonda dell’evento “Il ruolo strategico della formazione per la qualità del capitale umano e la crescita della competitività”.
Qui, il Direttore del Centro Studi Touring Club Italiano ha anche riportato il contributo dei lavori del Forum del mattino, in cui è emersa un’autocritica da parte delle stesse Università rispetto alla questione, centralissima, di scollegamento con il mondo del lavoro.


Alla Tavola Rotonda alla quale sono intervenuti Giuseppe Boscoscuro Presidente ASTOI, Renzo Iorio Presidente Nazionale AICA, Jean-Pierre Lozato-Giotart M.I.T.T. Università di Parigi III Sorbonne Nouvelle, Alberto Rinero Direttore Corporate Gruppo Alpitour, , Emilio Becheri Presidente Mercury, Gavino Maresu Direttore Dipartimento per le Politiche e l’Economia del Turismo Eurispes, Costanzo Jannotti Pecci Consigliere CNEL ha pubblicamente ringraziato, a nome degli operatori turistici italiani, Alfonso Andria Presidente Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello e Parlamentare Europeo, per l’impegno profuso in favore del settore a Bruxelles.

Non un manager, ma un “artigiano” del Turismo si sente Vito Cinque, titolare del Hotel San Pietro di Positano, intervistato da Antonio Corbo, giornalista de “la Repubblica”, per l’ultimo “Incontro con l’Imprenditore di Talento”. Cinque ha raccontato la storia della nascita di quello che è uno degli hotel più belli e rinomati del mondo, dall’intuizione di zio Carlino, che indebitò l’intera famiglia per comprare e mantenere il Miramare prima della guerra, all’acquisto dello sperone di roccia su cui ora sorge il San Pietro, attraverso la “storia del turismo a Positano”, fino al successo dei giorni nostri. La sua formula vincente? “Il piacere di lavorare e la gioia di dare piacere anche agli altri”.




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro