Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 28 Maggio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



A3 Salerno-Reggio a rischio: i fondi sono finiti


22-04-2006

ANTONIO MANZO Salerno. «Abbiamo risorse per arrivare fino a luglio, dopo dovremo iniziare a fermare i cantieri sull'A3 Salerno-Reggio Calabria, come nel resto d'Italia». Alla vigilia delle vacanze, delle code e dei disagi, un consigliere di amministrazione dell'Anas, Mario Virano, lancia il grido d’allarme. Se il fabbisogno finanziario dell’Anas rispetto alle opere in cantiere è di circa 3 miliardi di euro l’anno, attualmente nella Finanziaria ne sono previsti circa un miliardo e mezzo. Nello stesso giorno del grido d’allarme sulla insufficienza dei fondi per l’A3, il consigliere di amministrazione dell’Anas Mario Virano illustra il progetto vincitore del concorso internazionale dell’Anas. Laddove il nuovo tracciato della Salerno-Reggio, abbandonerà il vecchio nastro d’asfalto, nei pressi di Campagna, sarà costruito un ”disco volante” di diametro di 220 metri con un museo archeologico con reperti dell’età del ferro, oltre che bar, ristoranti e centri commerciali. Sarà il primo museo accessibile sia dal territorio sia dall’autostrada. «Ma un antiquarium non è un autogrill, nè i reperti sono fazzolettini» obietta l’architetto Adele Lagi della Soprintendenza archeologica di Salerno. Sull’A3, nei pressi di Campagna Est, c’è uno dei tre grandi interventi architettonici previsti dall’Anas in Italia: gli altri due sono un doppio ponte per attraversare un’ansa dell’Arno e gli imbocchi per il tunnel autostradale di Mestre. «Non è stata solo la sollecitazione all’inventiva architettonica internazionale con oltre 950 progetti pervenuti da ogni parte del mondo - osserva Virano - ma l’incentivo alla ripresa di una cultura della strada come progresso condiviso e non tollerato, ancor più grave se imposto». Nella giornata inaugurale di «Fare Turismo», il consigliere Anas, Virano, proietta una dimensione dell’ente non solo come stazione appaltante ma credibile terminale del disegno di ripresa di motivi culturali intorno al valore-strada. «Un po’ come avvenne quando, negli anni della ricostruzione, la rete autostradale fu segno di nuovi collegamenti ma anche scoperta di orgoglio e di riunificazione del Paese» sottolinea Virano. Ma oggi bisognerà fare i conti con le risorse che consentono di arrivare fino a luglio prossimo. «È qualcosa di più che un semplice appello - aggiunge il consigliere d'amministrazione - Intorno all'Anas ruotano l'occupazione di chi ci lavora, le imprese, il turismo che vive dell'efficienza delle infrastrutture. Nessun governante serio può permettersi di mandare in crisi, anche se solo per un breve periodo, un sistema così rilevante e complesso che riguarda l'intero territorio nazionale e che presenta criticità maggiori nelle aree meno forti e meno strutturate». Virano, con serenità, giudica anche gli ultimi tagli «frutto - sostiene - più di una indeterminatezza di fine legislatura che di precisa volontà omissiva nei confronti delle grandi opere». Il problema sarà nell’agenda del prossimo governo, dice Virano, da affrontare «con misure ponte per coprire il differenziale delle necessità economiche».

tratto da: www.ilmattino.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro