Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 13 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Al via il laboratorio teatrale “Da(l) Corpo alla Voce” a cura di Enzo D’Arco


22-11-2011

La Cooperativa Culturale La Cantina delle Arti   promuove, per il quinto anno, un laboratorio teatrale aperto a tutti, dal titolo “Da(l) Corpo alla Voce”. La pedagogia che informa il percorso laboratoriale è incentrata sul pensiero di alcuni importanti riformatori del teatro contemporaneo; il regista e studioso russo Stanislavskij, il maestro francese Jacques Lecoq e la scozzese di nascita ma di formazione francese e londinese Kristin Linklater .La fase laboratoriale di teoria è particolarmente dedicata alla presentazione ed esemplificazione del pensiero dei tre studiosi, circa le tecniche attraverso le quali l’attore arriva al personaggio, tecniche plasmate nel corso della loro ricerca e sperimentazione. La fase di pratica attoriale prevede esercizi fisici e mentali, intesi quali momenti di approfondimento della conoscenza di se stessi e delle proprie potenzialità al fine di arricchire ed interiorizzare il personaggio sulla scena. L’esercizio fisico e mentale viene esemplificato in momenti di: consapevolezza corporea, ritmica, voce, dizione, gioco teatrale, improvvisazione e composizione. Tale percorso laboratoriale è curato da Enzo D’Arco, regista, attore ed autore di vari testi di matrice sperimentale, nel solco della napoletanità di tradizione nonché di innovazione. Le lezioni inizieranno giovedì 1 dicembre 2011, alle ore 20.30, presso l’Aula Magna del Liceo Classico “M. T. Cicerone” di Sala Consilina (SA). Gli incontri avranno cadenza settimanale e si concluderanno nel mese di maggio 2012 con un saggio-spettacolo. Si rilascia attestato di partecipazione e certificato per il riconoscimento dei crediti formativi. Stesso luogo e giorno, alle ore 18:30, parte anche il percorso laboratoriale per gli allievi del Liceo Classico M.T.Cicerone, "Il Se magico", pedagogia: Stanislavskij, condotto da Enzo D'Arco. Il laboratorio teatrale è un'esperienza unica, affascinante e sempre nuova, sia per i neofiti sia per chi ha già fatto altri percorsi teatrali. Ti aspettiamo...non esitare!!! Konstantin Sergeevic, Stanislavskij, nato a Mosca nel 1863 è stato un vero e proprio riformatore del teatro del 900’. Fu attore, regista e teorico russo. I suoi studi e il suo lavoro sono alla base della recitazione come la conosciamo oggi (metodo Stanislavskij o psicologico), soprattutto quella di attori americani come De Niro o Nicole Kidman (che hanno studiato all’attuale Actor’s Studio). La sua scuola ”Il teatro d’arte di Mosca” ebbe i natali nel 1898. Fondamentali, per la diffusione del suo metodo, sono state le tournèe dal 1922 in Europa e in America: proprio in America verrà aperta nel 1923 L’American Laboratory Theatre, diretta da Richard Boleslawski e Marija Uspenskaja, due ex allievi di Stanislavskij alla scuola del teatro d’arte di Mosca. Tra i loro studenti spiccheranno proprio quei Lee Strasberg, Stella Adler, Harold Clurman che fonderanno il Gruop Theatre che, dopo la guerrà, darà vita all’Actor’s Studio di Elia Kazan, scuola di formazione e perfezionamento per attori. Il metodo di Stanislavskij si fonda sulla capacità dell’attore di trovare dentro se stesso il personaggio, una profonda ricerca psicologica che porta alla riviviscenza. L’attore riesce a riprodurre un ritmo, una voce e una logica che non sono le sue, ma del personaggio . Diventa evidente che per lui non esiste la recitazione “d’istinto”, ma è necessaria, da parte dell’attore, una preparazione che parte dalla mente per arrivare al fisico. La ricerca su se stessi è una parte fondamentale per trovare successivamente la verità delle azioni di un personaggio, e sarà la linfa vitale che ogni volta, ad ogni replica, regalerà forza creativa al prodotto dell’attore. Jacques Lecoq, uno dei più importanti maestri di teatro del secolo scorso. La popolarità dello stile Lecoq, della sua filosofia,”Il corpo poetico”, si ritrova già negli anni settanta in artisti-allievi come Mnouchkine, Bondy, Yves Lebreton, Jango Edwards, Dario Fo e in Italia in scuole lecoquiane, tra cui l’Accademia di teatro “Galante Garrone” di Bologna. Il teatro occidentale del novecento è segnato dalla riscoperta dell’espressività gestuale dell’attore. L’educazione corporea è stata una disciplina marginale nella formazione dell’attore tradizionale fin quando è risorta l’esigenza, da parte di alcuni registi e pedagoghi francesi, di creare un linguaggio decodificato che facesse parlare il corpo. Copeau, Decroux, Dullin negli anni trenta tracciano questa linea immaginaria che propone una visione etica dell’essere uomo attore, in cui la scuola di teatro diventa palestra di vita oltre che di rinascita artistica. Jacques Lecoq, nato nel 21 a Parigi, assimila profondamente questa nuova tendenza francese e la abbina alla conoscenza pratica dello sport, alla ”avventura italiana” che gli permette di conoscere la tragedia greca e la commedia dell’arte, oltre che collaborare con Strehler, Paolo Grassi, Amleto Sartori, Dario Fo e Franco Farenti. Dalla fine degli anni cinquanta si dedica alla pedagogia formando all’Ecole Lecoq attori, registi e autori che conoscono il ritmo e il movimento di un corpo di un testo, e di una situazione.Due gli ambiti di studio: le tecniche di movimento (acrobazia drammatica, analisi dei movimenti, preparazione corporale vocale) e l’improvvisazione. Kristin Linklater ha rivoluzionato, negli ultimi quarant'anni, l'arte e la tecnica vocale nel teatro. Il Metodo da lei sviluppato parte dal presupposto che ognuno possiede una voce in grado di esprimere l'infinita varietà di emozioni, complessità di stati d'animo e sfumature di pensiero di cui fa esperienza. Questa è la nostra voce naturale, la voce che è in noi "per nascita". Molte tecniche vocali affrontano il problema con la costruzione, più o meno artificiosa, di una voce "bella e tonante". Kristin Linklater segue un altro percorso: la rimozione dei blocchi che ne ostacolano il libero flusso, e solo successivamente il potenziamento, che è comunque potenziamento dell'impulso, non del risultato. Così la voce diventa il luogo dove ognuno può incontrare il suo io più profondo ed entrare in contatto con il proprio essere, che non si limita alle maschere imposte dal vivere sociale.

 
 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro