Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 19 Settembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Berlusconi a Napolitano: prima legge stabilità poi mi dimetto, nei partiti cominciano le grandi manovre


08-11-2011

Prima l'approvazione della legge di stabilità con il maxiemendamento per lo sviluppo chiesto dalla Ue e poi le dimissioni. Questa la decisione maturata nel corso del colloquio tra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ed il Capo dello Stato nel colloquio di circa un'ora al Quirinale.

Una decisione che è stata annunciata dalla Presidenza della Repubblica con una nota. Nell'incontro al Quirinale fra il Premier Silvio Berlusconi e il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, si legge nella nota, "il Presidente del Consiglio ha manifestato al Capo dello Stato la sua consapevolezza delle implicazioni del risultato del voto odierno alla Camera" ed "ha nello stesso tempo espresso viva preoccupazione per l'urgente necessità di dare puntuali risposte alle attese dei partner europei con l'approvazione della legge di Stabilità, opportunamente emendata alla luce del più recente contributo di osservazioni e proposte della Commissione europea".

Nella nota, la Presidenza della Repubblica, ha sottolineatao che "una volta compiuto tale adempimento, il Presidente del Consiglio rimetterà il suo mandato al Capo dello Stato" ed il capo dello Stato aprirà le consultazioni.

Il via libera definitivo della Camera in seconda lettura alla legge di Stabilità è atteso per fine novembre, al massimo i primi di dicembre, a meno che non si decidano di applicare delle procedure parlamentari straordinarie alla luce della decisione di Silvio Berlusconi di dimettersi dopo il voto. Ma, al momento, il relatore di maggioranza al Senato Massimo Garavaglia (Lega) esclude questa eventualità. Secondo l'attuale tabella di marcia, il sì del Senato al provvedimento, che conterrà le misure anti-crisi concordate con la Ue (il pacchetto di proposte è atteso per domani in commissione Bilancio di palazzo Madama), è previsto entro venerdì della prossima settimana (l'approdo in Aula martedì 15).

Dopo il testo passerà all'esame di Montecitorio che dovrebbe licenziarlo entro fine mese senza modifiche. L'opposizione chiede di accelerare i tempi e oltre ad annunciare che non farà ostruzionismo si dice pronta a tagliare il più possibile i tempi dell'esame nell'interesse del Paese.

In quest'ottica, per il Pd l'ok definitivo di Montecitorio potrebbe anche arrivare entro la prossima settimana. "Il Pd - ha detto il capogruppo del Pd al Senato Anna Finocchiaro - si impegna a fare approvare la legge di Stabilità entro pochi giorni".
(Fonte TmNews)

 

tratto da: www.salernonotizie.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro