Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 13 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Vallo di Diano - operazione Chernobyl. A Novembre partirÓ il processo, i comuni di San Pietro, Sant'Arsenio, Teggiano e San Rufo si costituiranno parte civile. Indagate anche alcune persone del comprensorio


29-10-2011

Operazione Chernobyl: fusti dall' Ucraina per contaminare terreni nel Vallo di Diano.

Partirá a novembre il processo per l’operazione "Chernobyl", un giro di fusti pericolosi provenienti dall’Ucraina con smaltimento illecito di rifiuti nei terreni agricoli. Grazie a una denuncia del Codacons è emerso che tali terreni sono concentrati nel Vallo di Diano. • Nonostante la Procura di Santa Maria Capua Vetere non abbia inserito nell’elenco delle parti lese i comuni di Teggiano, San Pietro al Tanagro, San Rufo e Sant’Arsenio in provincia di Salerno dove sono stati individuati i terreni avvelenati, i rispettivi sindaci, Michele Di Candia, Domenico Quaranta, Gianna Pina Benvenga e Nicola Pica, stanno pensando di costituirsi parte civile per chiedere il risarcimento dei danni causati dallo sversamento dei rifiuti tossici. La notizia dell’individuazione dei terreni coinvolti nel traffico illecito di rifiuti speciali pericolosi venuto alla luce nel 2007, ha suscitato non poche preoccupazioni tra gli abitanti del Vallo di Diano. In questi anni i terreni confinanti con quelli contaminati sono stati coltivati ed i prodotti della terra sono stati venduti e consumati. • «Potremo adoperarci solo quando avremo avuto comunicazioni ufficiali, giá sollecitate, da parte della Procura di Santa Maria Capua a Vetere - ha dichiarato il sindaco di Teggiano, Di Candia - Nel 2007 emerse che i lotti di terreno in questione non rientravano nel comune di Teggiano. Tuttavia, se ad oggi l’inchiesta della Procura confermerá che ricadono nel nostro comune, faremo in modo che il proprietario dei terreni incriminati provveda alla dovuta bonifica. Altrimenti sará l’amministrazione a farsene carico e a prendere, successivamente i relativi provvedimenti. Il Comune è pronto a costituirsi parte civile». «Stiamo valutando quale strada seguire - hanno dichiarato Nicola Pica e Domenico Quaranta sindaci di Sant’Arsenio e San Pietro - per effettuare la bonifica ed ottenere il risarcimento dei danni subiti». A distanza di 4 anni dalla scoperta del traffico, infatti, nessuna bonifica è stata fatta. (re.pro.)

tratto da: www.positanonews.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro