Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 20 Settembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Carbonchio, fine dell’emergenza nel Vallo di Diano; Coldiretti Salerno plaude all’azione delle ASL e delle Amministrazioni


21-10-2011

“Con l’arrivo delle copiose piogge dei giorni scorsi si può dire si sia conclusa la fase di emergenza dell’infezione di carbonchio che ha interessato i territori dell’alto Vallo di Diano nei comuni di Padula e Montesano sulla Marcellana”. Ad affermarlo è la Coldiretti di Salerno attraverso le parole del Presidente Pietro Caggiano e del Direttore Salvatore Loffreda che hanno voluto anche esprimere un plauso alla presente e costante azione di monitoraggio sul territorio svolto dalla Asl di competenza e delle amministrazioni comunali.

Infatti solo attraverso una puntuale e saggia gestione dell’emergenza da parte del dr. Giuseppe Fornino responsabile del servizio vetrerinario della Asl di Salerno congiuntamente alla azione dei Sindaci di Montesano sulla Marcellana Donato Fiore Volentini e di Padula Paolo Imparato si è riusciti ad evitare che le centinaia di aziende zootecniche presenti sui territori montani del vallo, già in affanno per la crisi che ha investito anche il settore zootecnico, possano aver avuto un danno maggiore.

Il carbonchio è una malattia infettiva acuta causata dal terreni contaminati possono rimanere infettanti anche per decenni; si tratta di una malattia che colpisce soprattutto gli animali erbivori. E’ una malattia presente ancora in europa, mentre negli stati uniti è stata debellata, in Italia fino a tempi recenti si sono verificati casi di carbonchio animale, oggi è più rara ma il principio di precauzione impone rigidi protocolli di difesa.

Assume nella difesa una particolare importanza la fase di monitoraggio sul territorio per evitare il diffondersi della malattia che si acutizza nelle fasi particolarmente secche delle estati in mancanza di pioggia. Le recenti piogge dilavando le spore negli strati di terreno più profondi hanno difatto scongiurato l’infezione dei capi al pascolo.

 

tratto da: www.salernonotizie.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro