Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 25 Maggio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sassano: un libro e una folla commossa ricorda Rosanna Trotta


26-06-2011

Nonostante siano passati due anni dalla sua scomparsa, parliamo di Rosanna Trotta, avvenuta dopo una lunga malattia per un male incurabile, era la vigilia di San Giovanni Battista, l’intera comunità Sassanese era pronta a festeggiare il suo Protettore, Giovedì pomeriggio, la chiesa della Madonna del Sacro Cuore Immacolato di Varco N.E. di Sassano, alla messa del suo ricordo, era stracolma di amici e parenti, che nella mente tutti permane ancora il suo ricordo indelebile. La funzione religiosa come avviene ogni anno, è stata celebrata direttamente da Sua Eccellenza Don Angelo Spinillo, Vescovo della diocesi di Aversa, amico ed ex -professore di Religione di Rosanna, che di Lei ne riserva un ricordo speciale, di una ragazza allegra, intelligente, vivace e piena di vita, piena di speranza per affrontare il nuovo cammino verso il futuro, è l’immagine sana di una gioventù con tanta voglia di vivere, di conoscenza e di cultura, tipica di chi frequenta il Liceo Classico. Si, quella voglia di conoscenza e curiosità di sapere, che l’ha spinse ad iscriversi alla facoltà di Fisica, dell’Università di Salerno, dove trascorse metà della sua breve vita, dove notte e giorno lavorava senza risparmio per le sue ricerche, poi, state solo utile e vantaggiose all’Università, tra radiazioni nucleari e polveri sottili, per realizzare il suo sogno di essere un fisico come Emilio Segré o il nobel Carlo Rubbia. Sogno infranto e spezzato dalla malattia ad un passo dalla laurea in fisica nucleare. Ma è così che la vogliamo ricordare, con le stesse parole dette da Angela (nipote di Rosanna) “…sono passati due anni da quando sei volata via, ma il dolore è sempre li, silente, in agguato, non passerà mai, lo so, ma si va avanti perché si deve, perché la vita, il tempo ci obbliga, ma la tua assenza resta per noi un vuoto incolmabile. non ci sono più parole, non ci sono più lacrime, solo un peregrinare lassù, all’ombra dei cipressi, ti abbiamo lasciato. dove niente deve essere fuori posto, dove ogni volta una candela si accende per dirti che siamo passati e ti lascia la nostra presenza quando andiamo via. Un monumento alla memoria, a quello che non sei è potuto essere, che incuriosisce i visitatori, che si fermano e lasciano un fiore, una preghiera e imprecano contro l'impotenza o all'ingiustizia della vita. La tua assenza è una ferita bruciata come una piaga aperta, che non si può dimenticare né oggi né mai…”. Ricordi , memorie ed emozioni che Giovanni Ricciardi, infermiere professionista dell’Ospedale San Luca di Vallo della Lucania e scrittore in erba, ( ha scritto altri due libri di successo il romanzo “La clinica dei Miracoli”e una raccolta di poesie “Emozione”) ha voluto trascrivere e riportare nel suo ultimo romanzo intitolato “L’ultimo Sole”. “…come ho fatto con il primo romanzo, anche nell’ ‘L’ultimo Sole’, racconto storie reali, accadute veramente. Racconto storie e avvenimenti di persone che ho incontrato durante il mio lavoro di infermiere, tra queste storie c’è anche quella di Rosanna e della sua famiglia, che hanno trascorso buona parte dei loro ultimi due anni all’ospedale San Luca” ha dichiarato Giovanni Ricciardi, che le prime due copie del libro, le ha regalato una al Vescovo Spinillo e l’altra alla famiglia di Rosanna.
MICHELE D’ALESSIO
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro