Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 30 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Montesano: le rane invadono case e strade


18-06-2011

Da alcuni giorni, stando alle testimonianze dei residenti di Tardiano di Montesano, da fine Maggio si sta verificando un fenomeno al quando strano i cittadini della contrada Cessuta, continuano ad essere alle prese con una vera e propria invasione di centinaia di piccole rane. Alle prime luci del mattino e al tramonto i piccoli anfibi di dimensioni di pochi centimetri, soprattutto, escono dal lago Cessuta ed invadono letteralmente le case, le strade, i giardini e prati vicini. Visto che il fenomeno perdura da molti giorni e inutile nasconderlo che la cosa sta provocando non pochi problemi e fastidio alla popolazione di Tardiano. Certo non siamo ancora arrivati all’estremo, come avvenne a Salonicco, (Grecia) il 27 Maggio 2010, in cui migliaia di piccoli ranocchi invasero la carreggiata, provocando tamponamenti e la chiusura dell'arteria da parte dell'autorità per 3 ore. Le cause che hanno provocato questo soprannumero di rane, probabilmente, della specie Dalmitina, sono ancora oscure, ma di certo la specie è molto diffusa in Europa ed in Italia., é distribuita nelle zone temperate dell'Europa, (tranne la Spagna) dalla Francia alla Grecia. In Italia si trova fino a 1300 metri d'altezza, solo nel Nord Italia è diffusa invece fino a circa 600 metri, mentre nelle aree boschive e umide e colonizza vicino corsi d'acqua, ma non essendo un'ottima nuotatrice ha abitudini prevalentemente terrestri, ha la cute di colore marrone scuro con una piccola macchia giallo sotto l’occhio. Gli abitanti del luogo attribuiscono il fenomeno di sovrappopolamento del rane, alle attività connesse al vicino impianto di pompaggio del gasdotto, adiacente al Lago Cessuta. Ma questo sono solo supposizioni popolari. In realtà, è normale o quasi...anche se non rane dalmatine, tutte le rane europee depongono uova in grandi quantità, ogni rana depone dalle 600 alle 1200 uova in primavera, se le condizioni sono favorevoli, sulla carta ognuna di queste arriva a superare la metamorfosi (anche se, in pratica, di tutte le uova una piccola percentuale ce la fa)... se il fiume o lago in questo caso da cui vengono è grande, sicuramente ci sono state molte deposizioni, sia della stessa coppia, sia delle varie coppie che frequentano il corso d'acqua, e tutte più o meno contemporanee perché il periodo riproduttivo è ristretto. Gli adulti non ci sono perché nella loro strategia riproduttiva non è contemplata la cura dei piccoli; è per questo che ne fanno molti! Ovviamente molte di queste moriranno, a causa di predatori, malattie, e mille motivi. Secondo gli esperti gli anfibi che si nutre di insetti e piccoli invertebrati, avrebbero lasciato il lago per cercare cibo oppure dovuta alla migrazione stagionale, dopo il termine della metamorfosi che avviene a fine primavera, anche se dal punto di vista ecologico, un assembramento di rane cosi denota un malfunzionamento della catena ecologica, non ci sono più predatori naturali, che mangiano uova o i girini piccoli.
Ricordo che qualsiasi specie di anfibio europeo è protetto e non si può allevare! (Nel caso nascano strane idee ). Senza creare allarmismi e panico; ultimamente questi anfibi sono studiati perché riescono a prevenire i terremoti. Quando escono dagli stagni cosi numerosi possono significare l'arrivo di un sisma; speriamo, però, che stavolta non c'entra nulla con i terremoti (movimenti tellurici) o che magari, sia solo un terremoto politico.


MICHELE D’ALESSIO
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro