Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 13 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Possibile cessione della gestione idrica al Consac spa, il Codacons interviene


01-06-2011

LE COSE CHE NON VI FARANNO MAI SAPERE PER EVITARE L’INDIGNAZIONE POPOLARE: GLI AMMINISTRATORI DEI COMUNI DEL VALLO DI DIANO STANNO CEDENDO LA GESTIONE IDRICA AL CONSAC S. p. A. PER PERSEGUIRE LA LOGICA AZIENDALE DEL SERVIZIO PUBBLICO

In molti comuni del Vallo di Diano si sta prendendo la decisione di far gestire gli acquedotti al CONSAC S.p. A., che entrerà, presumibilmente, in pieno possesso della rete idrica di tutti i Comuni del Vallo di Diano, pagata con i soldi dei cittadini.

Avevamo cercato di illustrare la nostra contrarietà a tale decisione che va nell’ottica della gestione aziendalista di un bene comune, ma ci hanno zittiti in un incontro pubblico di recente tenutosi a Sala Consilina sul tema referendario dell’acqua pubblica (appunto!). La nostra proposta era di formare, in loco, un soggetto che potesse gestire il servizio idrico, visto che il Vallo di Diano conta un surplus di produzione del bene acqua, per fare in modo che i cittadini non paghino “a caro prezzo” l’acqua. Questo purtroppo accadrà quando la gestione dei nostri acquedotti verrà affidata al CONSAC S. p. A.

Per illustrare questo punto, diamo uno sguardo ad alcune amenità contenute nella Carta dei Servizi del CONSAC:
- La custodia dell’impianto nella sua complessiva configurazione è a carico dell’Utente che ha l’obbligo di comunicare all’Azienda qualunque guasto, perdita o disfunzione in qualunque punto dell’impianto. [Commento: Tutte le riparazioni verranno effettuate a carico dell’Utente, che andrà in giro con la casacca del CONSAC per monitorare le perdite della rete?]

- Tutte le perdite di acqua verificatesi per qualsiasi motivo dopo il contatore sono a carico dell’Utente, così come le perdite verificatesi nella tubazione di derivazione. [Commento: Attenzione alle perdite all’esterno del contatore: si pagherannno anche quelle!]

- Il calibro dei contatori è determinato a giudizio insindacabile dell'Azienda. [Commento: Decide l’Azienda quanto misura un metro cubo?]

- L'Utente ha l’obbligo di comunicare la lettura all'Azienda, o di sollecitarla, se trascorso un anno dalla lettura precedente, non è stata eseguita la successiva [Commento: Siamo chiamati ad essere dei capi del personale o grandi manager dell’Azienda?].

- La morosità connessa al mancato pagamento della bolletta o di contestazione non accettata da luogo alla chiusura dello sbocco [Commento: Se non paghiamo, o non possiamo pagare, tagliano l’acqua].

Avevamo portato a testimonianza altri fatti concreti per confermare la nostra ipotesi. Tuttavia, forse accordi presi ad alti livelli vogliono che un bene comune sia gestito da un’azienda della ridente cittadina di Vallo della Lucania. Conosciamo bene questi meccanismi. Li abbiamo cominciati a conoscere con la gestione della Sanità. Poi abbiamo visto come si è gestito l’Ente Parco. A questi due grandi successi politico-amministrativi aggiungeremo anche la gestione idrica.


Roberto De Luca
Responsabile sede CODACONS di Sala Consilina
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro