Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 20 Novembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



“Il Vallo di Diano da Sciarpa a Garibaldi”, l’ultimo libro di Geppino D’Amico


29-04-2011

Sarà presentato sabato 14 maggio 2011 (ore 16,30), a Polla, nel Santuario Francescano Sant’Antonio il libro del giornalista Giuseppe D’Amico, “Il Vallo di Diano da Sciarpa a Garibaldi”, pubblicato da Laveglia &Carlone Editore per il Centro Studi e Ricerche del Vallo di Diano “Pietro Laveglia”. Il programma della serata prevede, dopo l’introduzione del presidente del Centro Studi, Giuseppe Colitti, gli interventi del giornalista Antonio Manzo e del rettore dell’Università LUSPIO di Roma, Giuseppe Acocella. Concluderà i lavori, che saranno coordinati da Angela Freda, giornalista, Carmine Carlone, storico – editore. Nel volume l’autore illustra le vicende del Vallo di Diano relativamente al periodo che va dal Decennio Francese (1806 – 1815) fino al passaggio per il Vallo di Giuseppe Garibaldi. Si riportano di seguito alcuni passaggi dell’Introduzione di Giuseppe Foscari, docente di Storia dell’Europa presso l’Università degli Studi di Salerno. “Tra eventi politici, sociali, culturali e naturali si snoda la ricostruzione di Geppino D’Amico concentrata sulle vicende del Vallo di Diano, terra di passaggio per uomini, merci e idee, e, dunque, terra non certo defilata rispetto all’incedere dei processi storici… Il Vallo snoda la sua trama dentro il corso della storia generale, con i tratti caratteristici del suo territorio, con le sue precarietà, i suoi squilibri economici, le sue arretratezze, portando un contributo variegato alla realizzazione di un’idea o anche alla sua faticosa affermazione, sul piano culturale o su quello più pragmatico e militare. Storia politica e storia sociale, storia della cultura e della mentalità, sono facce della stessa medaglia, incroci interpretativi che possono aiutare a comprendere meglio i “luoghi” anche periferici del dibattito e della formazione dell’unità italiana, ancor prima che venisse acquisita e sancita. …Il Vallo di Diano emerge come terra di disagio sociale e di coinvolgimento politico, di insorgenze e di brigantaggio, della loro repressione, di capimassa e capirivolta entrati nell’immaginario popolare, di baroni più o meno arroganti e oppressivi, di endemiche forme di ribellione, quasi strutturate nel contesto territoriale, ma anche di giovani elettrizzati dalle idee costituzionali e rivoluzionarie, determinati a trasformare (o almeno provare a farlo) la società. Ma il racconto politico non resta fine a sé stesso, e si sviluppa all’interno di un precario e complesso vissuto quotidiano, fatto di plurime vicende, che toccano il sistema sanitario, la realtà sociale, il momento religioso e quello culturale”.

 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro