Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 06 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Rubrica Fisco e Diritto: propaganda elettorale, le regole del Garante per la Privacy. I cittadini dovranno essere informati sull'uso che si farÓ dei loro dati


18-04-2011

Le iniziative di propaganda elettorale, o collegate a referendum o alla selezione di candidati alle elezioni, costituiscono un momento particolarmente significativo della partecipazione alla vita democratica. Con l’approssimarsi delle elezioni amministrative del 15 e 16 maggio e della consultazione referendaria del 12 e 13 giugno sui quattro quesiti referendari sulla privatizzazione dell’acqua (due ), ritorno all’energia nucleare e legittimo impedimento, il Garante per la Privacy ritiene necessario richiamare l’attenzione sulle garanzie vigenti dopo l’entrata in vigore del Codice in materia di protezione dei dati personali. Infatti,il 7 aprile scorso, ha approvato un apposito provvedimento sulla propaganda elettorale. Le disposizioni sono state pubblicate sulla gazzetta Ufficiale n.87 del 15 aprile 2011. L’autorità Garante per la protezione dei dati personali ricorda a partiti,organismi politici,comitati promotori e sostenitori e candidati, le modalità in base alle quali chi effettua propaganda elettorale può utilizzare correttamente i dati personali dei cittadini, indirizzo, telefono, e-mail, eccetera, rispettando i diritti e le libertà fondamentali degli interessati. Possono essere anzitutto utilizzati, senza il preventivo consenso degli interessati, i dati contenuti nelle liste elettorali che ciascun comune tiene, aggiorna costantemente e rilascia in copia anche su supporto elettronico. L’intera platea degli elettori può essere così contattata agevolmente. Oltre alle liste elettorali, possono essere utilizzate per la propaganda, anche in questo caso senza il consenso degli interessati, altre fonti documentali detenute da soggetti pubblici, qualora esse siano liberamente accessibili a chiunque senza limitazioni di sorta in base ad una specifica disposizione normativa. Occorre tuttavia rispettare le modalità eventualmente stabilite per accedere a tali fonti, identificazione di chi ne chiede copia, accessi consentiti solo in determinati periodi o per utilizzarle, bbligo di indicare la fonte dei dati nel materiale di propaganda, rispetto delle finalità per le quali determinati elenchi sono resi pubblici. E’ necessario il consenso dei cittadini per particolari modalità di comunicazione elettronica come sms, e-mail, mms, per telefonate preregistrate e fax. Non sono in alcun modo utilizzabili, neanche da titolari di cariche elettive, gli archivi dello stato civile, l’anagrafe dei residenti, indirizzi raccolti per svolgere attività e compiti istituzionali dei soggetti pubblici o per prestazioni di servizi, anche di cura, liste elettorali di sezioni già utilizzate nei seggi, dati annotati privatamente nei seggi da scrutatori e rappresentanti di lista, durante operazioni elettorali. I cittadini devono essere informati sull’uso che si fa dei loro dati. Se i dati non sono raccolti direttamente presso l’interessato, l’informativa va data al momento del primo contatto o all’atto della registrazione. Per i dati raccolti da registri ed elenchi pubblici o in caso di invio di materiale propagandistico di dimensioni ridotte, il Garante ha consentito a partiti e candidati una temporanea sospensione dell’informativa fino al 30 settembre 2011. Infine, di che parliamo quando parliamo di privacy? In occasione della giornata europea della protezione dei dati che si terrà il 28 gennaio 2012, per sensibilizzare la nostra società sulla protezione dei dati personali ,una sorta di campagna di informazione, il Garante per la privacy lancia un concorso per gli studenti delle scuole superiori ,i giovani e le nuove tecnologie. Il concorso prevede che gli studenti girino un video originale di tre minuti scegliendo un tema, un fenomeno legati alla protezione dei dati in rapporto alle tecnologie. Al video vincitore andrà un premio di cinquemila euro.


Dott. Pietro CUSATI
Direttore Amministrativo Tribunale di Sala Consilina (SA)
Giudice Tributario presso la Commissione Tributaria Provinciale di Salerno
Abilitato all’esercizio della professione forense e all’insegnamento di materie giuridiche ed economiche
Giornalista - Pubblicista




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro