Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 12 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sala Consilina espone Pericle Sarti l'ultimo del realismo napoletano


15-01-2011

Continua fino al Domenica 15 Gennaio, la Personale del ottantenne Pasquale Caputo, in arte Pericle Sarti, di origine Salernitane,(Postiglione SA 28/02/1930) ma che da anni vive a Napoli, come lo definisce la stampa Cilentana un colto pittore contadino “…Pericle Sarti, insieme a Fortunato Pugliese (Auletta 22/02/1916) e a Roberto Viviani (21-1-1932 a Napoli) e tra i maggiori artisti dell''900, che hanno portato su tela il classicismo e il realismo napoletano. Tutte le sue opere, di rara bellezza artistica, finiscono per esprimere qualche cosa che è comune a tutti gli uomini: una meditazione realistica e umana sui temi perenni della vita quotidiana, della morte, dell’essere e del pensare, che sono temi universali ed eterni e Lui, Pericle, li riversa su Tela…a volte le figure sembrano vere, vive,…è un’arte che piace a molti, anche a quelli che di pittura ne sa poco o niente, per questo, visto l’affluenza di pubblico, abbiamo deciso di prolungare l’apertura della mostra fino al 15 gennaio…"ci dichiara Mimì Stazione, artista Salese e organizzatore della Mostra
La prima mostra personale di Sarti, fu nel 1955, a soli 25 anni. Un artista più che far parlare di sé, ama raccontare. E lo fa con modi pacati, è lo si vede nelle sue opere di ritrattismo che sa d’antico, ma che rivede i meandri della contemporaneità. Lo stile realismo dei suoi lavori di pittura, che lascia alle spalle il manierismo impressionistico, nel suo realismo sociale, egli non dipinge i singoli, se non estraendoli da un gruppo, facendone segno ed emblema di una laboriosa e ancora faticosamente arcaica collettività.
“ …e sempre un piacere venire nel Vallo di Diano, qui ho fatto varie esposizioni, negli passati a Sala Consilina, Teggiano, Montesano ed ho avuti numerosi premi, ho tanti amici che come me amano l’arte e la pittura in particolare, venire qui, e un’pò come tornare Bambino, mi ricordano i luoghi dove sono nato…” ha dichiarato l’artista Sarti.
La sua arte, dopo essere passata attraverso gli sperimentalismi più avvertiti, trova una interpretazione squisitamente poetica della realtà. Artista a 360 gradi, alcuni critici dividono la sua produzione di capolavori, in due gruppi, in opere sotto il nome di "Nature e paesaggi " indicate dell'amore che egli trasmette nell'atto di dipingere le immagini di quel mondo vegetale che sembra veramente respirare di una vita autonoma. Il secondo gruppo iniziato negli ‘60 in cui l'artista, nel recupero della natura nella sua essenza vitale, inserisce la figura di donna, uomini, bambini e animali, e diventando così anche ritrattista. Forse per questo le sue più seducenti opere ritraggono momenti di acuta ritualità.(es. La Fiera del bestiame, del 1980, e Processione di Sant’ Elia del 1989)Poi, il talento e la genialità artistica, la vena pittorica, sono fonte ispiratrice di scorci ed anfratti d’indubbio valore naturalistico. Le sue maggiore tele richiamano l’azzurro del mare ed il verde dei monti, dei luoghi dove ha vissuto la sua infanzia, alternante da note bucoliche a spirali marine. Postiglione, sua terra natale, scorciata in tantissime tele. Alle spalle, la padronanza della scuola d’arte accademica e la disinvoltura d’una trama esistenziale, arcolaio di ricordi e consuetudini.Un colto pittore contadino, voracemente e orgogliosamente naIf per amore delle sue montagne, Sarti appartiene al suo popolo e sente che questo popolo si muove come un fiume, sempre insieme, onda su onda, lingue d’acqua e volpi infere intrecciate verso la foce. Ma i più significativi lavori di Sarti sono i suoi murale s, gli affreschi sui muri del caro paese. Ed è una sequenza sorprendente, questo incidere di colori il corpo della madre. Il tema del tempo centrale nel lavoro di Sarti si unisce e contamina con quello del lavoro. E il lavoro, nell’interpretazione del pittore non è solo quello dell’artigiano e del contadino, ma già si rivela in quell’aspettare, attendere che il continuo passo della morte e della faticosa vita diventi danza, s’alzi oltre la siepe degli occhi., ricordiamo alcune opere, Zio Nicola, dell’73, Zia Maria, dello stesso anno, La lettera, ancora dell’ 73, Zio Luigi, dell’80, Il battilamiera del 1985 e Calzolaio del 1988.
Ha allestito oltre cento personali nelle principali città italiane e all'estero,come Roma, Salerno,Ischia, Bari, Milano,Firenze, New York, Amsterdam, Parigi Sue opere si trovano in molte raccolte pubbliche e private in Italia e all'estero, tra cui anche nei Museo di Latina, Livorno, Assisi, L’Aquila, Montecatini Le sue opere sono citate in diversi dizionari, come il Bolaffi n.10 (Catalogo Nazionale D'arte Moderna ) e più volte la stampa Italiana si è interessato della sua arte.
Di Lui la critica dice :"...sei in un punto in cui il tuo linguaggio pittorico travalica in poesia, il senso della tua e mia terra si è fatto segno; la natura si è fatto segno; la natura si è fatto spirito, perchè i tuoi personaggi sono la proiezione della materia Terrestre in cui si muovono"(Alessandro Pansa)
"...la sua pittura di avanguardia, significa riconciliarsi con con la vera arte e respirare una boccata d'aria pura"(Eugenio D'Acunti)
La mostra è possibile visitarla tutti i giorni dalle 09,00 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 20,00,( Palazzo Marotta Trinità di Sala Consilina) dove a far da guida, molto spesso c’è anche P.Sarti, che con molta disponibilità e passione descrive le sue opere esposte come il Pastore, Il porto, Il falegname, il Volto di bimba, i Giocatore di carte, L'uomo dei pegni...che senza trepidazione e restività rivela i segreti della sua arte.

MICHELE D’ALESSIO
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro