Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 13 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Assemblea PD Vallo di Diano: necessità di costruire un PD capace di lavorare collegialmente ed in piena unità d’intenti


16-11-2010

Nell’assemblea comprensoriale degli iscritti al PD del Vallo di Diano, tenutasi sabato scorso a Sala Consilina, le conclusioni del segretario provinciale Nicola Landolfi hanno ampiamente risposto alle richieste di chiarimenti avanzate dai partecipanti al dibattito. Gli iscritti, i dirigenti e gli amministratori hanno rimarcato a viva voce la necessità di costruire un PD capace di lavorare collegialmente ed in piena unità d’intenti. Il segretario provinciale ha conseguentemente tratteggiato le linee-guida di un partito che sia ” un’organizzazione collettiva che consente di vincere le elezioni, ma di essere pure convinti e convincenti “. A tal proposito ha posto l’accento su due temi, a lui molto cari, quello dell’unità e quello delle regole. Riguardo al primo ha chiarito che essa si persegue con una linea politica ben chiara: mantenere una coerenza con il fatto che il PD è alternativo alla destra e di conseguenza nessun accordo può stringersi con il PDL. Per ciò che attiene alle regole ha ribadito che il partito è il luogo dove si organizza la discussione: la direzione decide la linea e si raccorda con i sindaci. Tant’è che nelle prossime elezioni comunali, a Salerno, se dovrà essere o no presente la lista PD, sarà una decisione che verrà presa attraverso una discussione interna ai circoli cittadini. La parola d’ordine, quindi, sarà “ ricostruire la nostra immagine attraverso il territorio, non con l’autonomismo ma con decisioni prese dal territorio “. A tal fine si costruiranno gli organismi comprensoriali, con leggi interne che tutelino il diritto di quelli che fanno parte di un comprensorio a decidere delle sorti dello stesso. “ Circoli veri e zone fatte di circoli che si confrontano con i sindaci e gli amministratori PD “ è il progetto perseguito dal segretario provinciale, convinto che non possano esistere due partiti, quello dei sindaci e quello dei circoli. Solo così “ il Partito Democratico assomiglierà alla vita , perché sarà organizzato, radicato territorialmente e capace di vivere il suo tempo “. A questo proposito molto consenso ( n.b. molte tesserate erano presenti in aula ) ha ricevuto il passaggio del discorso relativo alla richiesta alle iscritte di disciplinare i tempi del partito, perché “ solo le donne sono consapevoli di come possa essere coniugato il tempo della partecipazione politica con quello del lavoro da svolgere e della famiglia da accudire “. Affrontando, infine, il tema delle alleanze il segretario ha sottolineato che si è aperta una fase strategica nuova, con cui misurarsi e in cui il partito sarà chiamato a confrontarsi anche con quelli che in buona fede hanno votato il PDL e che non vi si riconoscono più. Un Partito Democratico centrale e non centrista sarà la prossima sfida a cui sarà chiamato il PD guidato da Nicola Landolfi, che ha concluso l’assise invitando chi ha idee a non avere paura del partito “ perché c’è tanto da fare e da conquistare, a condizione che ci si intenda sulla linea politica e sulle regole “. Un modo giusto per tenere insieme collegialità e unità d’intenti costituirà, quindi, il prossimo impegno di chi è chiamato a dare il proprio contributo ad un partito che si candida a costruire una valida e concreta alternativa di governo.


Maddalena Robustelli, assemblea regionale PD
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro