Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 25 Maggio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sassano: "Basta un attimo..."il forum dei giovani parte dalla sicurezza stradale


03-11-2010

Vedere scorre l’immagine sul muro del centro polifunzionale di Silla (ex politecnico), foto con nomi, data e ètà , di chi ha perso la vita tragicamente negli ultimi anni è stato il momento, sicuramente più triste e toccante per i presenti all’incontro, sia per il pubblico che per i relatori, vedere amici, parenti o figli che non ci sono più per una fatalità o una distrazione di un’attimo… è cosi che si è aperto il primo incontro dibattito “ Basta un Attimo” organizzato dal neo eletto (nominato il 31 Agosto 2010) forum dei Giovani di Sassano in concerto con il Comune di Sassano “..Abbiamo voluto ufficializzare l’insediamento del forum di Sassano - ha dichiarato il Presidente del Forum Michele Marmo – con una tematica molto forte e sentita tra i giovani, purtroppo Sassano detiene il triste primato dei decessi, di giovani morti per incidenti stradali, per questo sembrava quasi d’obbligo iniziare con la sicurezza sulla strada, ricordare le vittime, anche portando la testimonianza di chi vive ed ha vissuto questo dramma, senza dimenticare le famiglie delle vittime”.
L’Incontro visto il grande parterre dei relatori e moderato magistralmente dall' esperto giornalista/stimolatore (a sprazzi anche provocatore) Dott. Aldo Bianchini, ha toccato tutti gli aspetti della questione Sicurezza stradale e a volte si è andato anche oltre. Il giovane relatore Campanella Daniele (Associazione Italiana Giovani Vittime della Strada) accusa e critica le assurde leggi che regolano somministrazione dell’alcol nei locali notturni, che con estrema facilità viene venduto anche ai minorenni. L’avvocato Rivellese Antonello nel suo intervento a sfondo giuridico insiste sull’inasprimento delle pene di chi provoca gli incidenti , o meglio applicare le leggi che ci sono già e lancia un’appello ai genitori di essere più vicino ai figli. Per dovere di cronaca l’intervento dell’avvocato è stato un’pò contestato, in particolar modo da una giovane, rimasta vedova per la morte del marito, travolto, mentre era a bordo del suo scooter, da una Fiat Panda che ha tentato un sorpasso azzardato, colpendo in pieno il motociclo che stava svoltando. In seguito gli esami chimico-clinici compiuti sull’autista dell’auto hanno rivelato la sua positività a più sostanze stupefacenti. Ora il giovane trentenne di Sala Consilina è fuori, grazie a cavilli legali, senza aver fatto un giorno di carcere, anche se condannato a tre anni e sei mesi. Don Otello Russo (Parroco di Sassano ) ha sottolineato il ruolo importante della famiglia che riveste nei giovani, sia per la formazione educativa che religioso perché “…i genitori sono il primo esempio che i figli vedono”. Antonio Florio (Piano di zona S4) ha ribadito che come rappresentante di un ‘Ente a scopo soprattutto di assistenza sociale, la sua vicinanza a queste tematica e all’importanza della campagne di sensibilizzazione e prevenzione, visto che in Italia, nel periodo 2000-2008 gli incidenti sono scesi da 256.546 a 218.963 (-14,6 per cento), i morti da 7.061 a 4.731 (-33 per cento), i feriti da 360.013 a 310.739 (-13,7 per cento). L’andamento decrescente della frequenza degli incidenti è confermato anche se si tiene conto del numero di autoveicoli circolanti: passa infatti da 6,3 a 4,6 il numero di incidenti ogni mille autoveicoli e i morti ogni cento incidenti passano, infatti, da 2,8 a 2,2.
E’ vero, bisogna fare ancora molto , ma grazie alle molteplici iniziative come queste, hanno portato la Campania, come regione con meno morti per incidenti stradali (56,6 morti per milione di abitanti) solo dopo la Liguria ( 53,9). Molto duro e deciso è stato il discorso di Donato Cafaro (Associazione Stanza di Giò) sia come genitore che come familiare di una giovane vittima della strada, “…i giovani non sono del tutto irresponsabili, anzi l’irresponsabilità e di chi li educa, dei genitori e dei familiari con i loro esempi sbagliati…affidando l’educazione dei propri figli alla televisione…”.
Gli interventi delle due maggiori figure politiche ed istituzionale di Sassano, del momento, il Dott. Antonio Calandriello e del Sindaco Dott. Tommaso Pellegrino hanno riguardato più l’aspetto Sanitario, di prevenzione e anche umanitario. Entrambi ha più volte rimarcato che non manca le colpe per questo triste fenomeno delle stragi stradali da parte delle istituzioni a vario livello (Comune, Provincia , Regione…) ma come spesso accade, non ci sono le risorse e gli strumenti necessari per contrastarle, come afferma anche il Dott. Calandriello “..per affrontare il problema a 360 gradi, bisogna fare rete, tra Sert- Associazioni- sistema Sanitario- Enti…ecc e fare tanta, ma tanta prevenzione da per tutto e ovunque, in casa, in famiglia, a scuola…”. L’aspetto umanitario, invece riguarda la donazione degli organi, può sembrare raccapricciante, per una vita che se ne va , un’altra vita può essere salvata, in Italia e in Campania siamo agli ultimi posti come donatori d’organi, per questo il Sindaco Pellegrino, ma in questo caso più come Medico Professionista, ha ribadito di istituire nella sede della BCC di Sassano in accordo con il Presidente, una sezione staccata AIDO per “…per sensibilizzare e sviluppare concretamente la cultura della donazione degli organi anche a Sassano e nel Vallo”. Alla fine dell’incontro ci sono stati delle prove di guida, con dei simulatori computerizzati.


MICHELE D’ALESSIO
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro