Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 11 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Codacons: Interrogazione parlamentare sugli aumenti del pedaggio autostradale in Campania


31-07-2010

Così si concludeva il comunicato sugli aumenti del pedaggio autostradale del 7 luglio scorso del dott. Rocco Panetta, responsabile del Settore Trasporti della Sede CODACONS di Sala Consilina:

A questo punto un’interrogazione parlamentare URGENTE sarebbe l’unica maniera rapida per porre fine ad un esborso di denaro NON dovuto da parte di cittadini, che vengono presi in giro quando credono di percorrere un tratto AUTOSTRADALE che, in realtà, è una STRADA ORDINARIA. E oltre alla beffa hanno anche un danno economico quando pagano un sovrapprezzo, compreso nel pedaggio autostradale, entrando o uscendo dalla barriera di Mercato S. Severino dell’A30 e dal Casello di Avellino dell’A16.

E l’interrogazione arriva puntuale. Eccola:
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA
30/07/2010
Al – Ministro dei Trasporti
Per sapere, premesso che:

– Dal 1 Luglio scorso i veicoli che entrano o escono dalla barriera autostradale di Mercato San Severino dell’A30 e dal casello di Avellino dell’A16 pagano un sovrapprezzo sul pedaggio autostradale, nel presupposto che il raccordo Salerno-Avellino sia un raccordo autostradale dell’ANAS (come, ad esempio, il raccordo autostradale Sicignano-Potenza), collegato ad un’autostrada con pagamento di pedaggio, quale l’ A30 e l’A16;
– il raccordo Salerno-Avellino, cui è stato assegnato il numero RA02, ha la segnaletica stradale con sfondo verde, prescritta per Legge (Codice della Strada) per le Autostrade ed i Raccordi autostradali, mentre il Decreto Legislativo 29 Ottobre 1999 n. 461 lo include tra la rete stradale ordinaria di interesse nazionale, in cui la segnaletica stradale è con sfondo blu. L’ANAS, proprietaria e gestore del raccordo SA-AV, lo include nella viabilità ordinaria. Tanto è vero ciò che nella Convenzione, firmata pochi giorni fa, tra il Ministero dell’Interno (Dipartimento della Pubblica Sicurezza) ed ANAS, quale gestore di autostrade e raccordi autostradali, sui quali ha la vigilanza stradale esclusiva la Polizia Stradale, non è compreso il raccordo Salerno-Avellino, mentre sono presenti l’Autostrada SA-RC ed il raccordo autostradale Sicignano-Potenza.

– Se il Governo intenda intervenire per porre fine ad un esborso di denaro non dovuto da parte di cittadini, che credono di percorrere un tratto autostradale che, in realtà, è una strada ordinaria. Inoltre subiscono anche un danno economico quando pagano un sovrapprezzo, compreso nel pedaggio autostradale, entrando o uscendo dalla Barriera di Mercato S. Severino dell’A30 e dal Casello di Avellino Est dell’A16.
On. Gianni Mancuso

Si ringrazia l’On. Gianni Mancuso, da tempo attento alle questioni che riguardano il Vallo di Diano e la provincia di Salerno. Ci si vuole auspicare una eguale attenzione ai problemi dei trasporti pubblici da parte di rappresentanti istituzionali locali nel futuro. Ma forse questo è chiedere troppo, visto che il problema della ferrovia langue da anni e visto che siamo costretti ad ascoltare il predicozzo di chi, venendo da altri luoghi ad incontri pubblici nel Vallo, davanti ad una pletora di sindaci che parlano della tutela della salute dei cittadini (anche se poi autorizzano costruzioni di inceneritori) dice che “questo territorio merita una ferrovia”. E a chi lo dice?


Roberto De Luca
Responsabile della sede CODACONS di Sala Consilina




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro