Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 21 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Incontro Istituzionale a Roma: il Ministro Angelino Alfano mostra massima apertura alla riforma della Magistratura di Pace ed Onoraria


04-03-2010

Nella splendida Sala “Rosario Livatino” di Via Arenula a Roma, lo scorso 2 marzo, diversi rappresentanti di tutte le associazioni di categoria della Magistratura Onoraria presente in Italia, hanno incontrato il Ministro alla Giustizia, On. Angelino Alfano il Sottosegretario Sen. Giacomo Caliendo. Il bilancio è stato più che positivo perché l’incontro ha sortito l’effetto programmato. “Interessante l’argomento all’ordine del giorno- spiega l’avv. penalista salese Michele Di Iesu, neo-delegato MOU per la Regione Campania- la Riforma della Magistratura Onoraria è una riforma necessaria che passa necessariamente per almeno tre punti fermi: proroga “sine die” per i magistrati inseriti nell’organico da più di un quadriennio, rivalutazione con conseguente adeguamento previsto per i MOT ed infine un trattamento che consenta un riconoscimento a professionisti consolidati da più di un decennio nelle funzioni di Magistrati Onorari sia requirenti che giudicanti”. Fermo restando che l’astensione di quei giorni non è stata revocata, per la prima volta in assoluto, si è assistito a una certa unità di intenti delle varie entità rappresentative. I Magistrati Onorari Uniti, guidati dal Presidente Giuseppe Finamore, da Isabella De Asmundis Segretario Generale, Michele Di Iesu Neo-Delegato per la Regione Campania, Antonio Vellucci, Rocco Fasciana, Barbara Secco, Simone Nistri, hanno consegnato nelle mani del Sen. Caliendo alla presenza del Ministro Alfano, il progetto di legge oggetto della petizione popolare, composto da 28 articoli che a breve saranno resi noti. Massima apertura e disponibilità alla base dell’incontro istituzionale in questione, al punto che e ne è stato già fissato uno nuovo nella prima decade di aprile per fare il punto della situazione. Inoltre il Ministro Alfano ha fornito un suo personale recapito affinchè le altre sigle inviassero un proprio articolato al fine di far convergere le varie proposte in un unico articolato condiviso. In sostanza, la forza di uno sciopero unitario, il coinvolgimento di molti parlamentari, la concordanza di voci, espresse se pure separatamente da GdP, GOT e VPO, hanno determinato il ministro Alfano nel ritenere di fatto caducato il disegno di legge sulla riforma dei giudici onorari e nel richiedere alle organizzazioni sindacali una proposta di legge condivisa da inoltrare entro 10/15 giorni per pervenire ad un nuovo incontro già indicato. “L’astensione dei Giudici Onorari Uniti prosegue nonostante abbiamo assistito a un’apertura politica del Guardasigilli avverso la nostra delicata situazione in attesa della convocazione di aprile”, fa sapere il Presidente Finamore. Le sottoscritte organizzazioni, che hanno promosso le diverse azioni, nel mostrare la piena adesione, rilevato l’importante obiettivo raggiunto, in uno con la proroga di quanti erano in scadenza di mandato, ringraziano tutti i parlamentari e le organizzazioni sociali per come si sono prodigati, nonchè tutti i giudici laici per il decisivo contributo. Soddisfatto dell’incontro si dice il neo-delegato per la Regione Campania, l’avv. Michele Di Iesu il quale evidenzia la sensibilità del Ministro a risolvere la situazione dei Magistrati Onorari che, versano in una crisi di identità che deve necessariamente passare per una riforma senza la quale, non si riconoscerebbe alla categoria in questione, ormai allo sbando da troppo tempo, le sue giuste professionalità. Al fine di pervenire ad un’unica sintesi delle comuni istanze per uscire dal precariato e per rafforzare in seguito le posizioni raggiunte ANGdP, Magistrati Onorari Uniti e Federmot, con l’adesione di tutti gli altri rappresentanti dei GOT e VPO presenti all’audizione, preannunciano la costituzione dell’Organismo Unitario della Magistratura Laica, soggetto di rappresentanza politica, cui faranno capo le associazioni, pur mantenendo la rispettiva autonomia.

 
Antonella Citro


 



 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro