Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 15 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Gaetano Ferrari sul piano carceri: “C’è necessità di queste strutture per l’indotto che rappresentano e che permettono di puntellare un sistema”


20-01-2010

 

D: Sindaco, anche il carcere di Sala Consilina verrà interessato dal cosiddetto piano carceri del Ministro Alfano. Quali novità in arrivo?
R: La novità consiste nell’aver individuato una persona con poteri, per così dire illimitati, paragonabili ai poteri conferiti al commissario Bertolaso sia per ciò che concerne la Protezione Civile che l’emergenza rifiuti. Il dott. Ionda è stato nominato commissario straordinario per attivare tutte le procedure, parlo anche di procedure straordinarie. Questo costituisce un’altra novità. Attivare una procedura significa ridurre tutti i tempi burocratici possibili per far sì che tutte le opere si realizzino in tempi brevissimi.
D: In sostanza di cosa si tratta?
R: Significa che ciò può avvenire affidando altri tipi di appalto così come è stato fatto per l’autostrada, così come a L’Aquila con tre turni di lavoro proprio per realizzare nel più breve tempo possibile l’intervento. L’ulteriore novità è il denaro, anche se fondamentalmente ancora non è stato previsto tutto. Sono stati previsti 1,3 miliari di euro da destinare a questi interventi. Tutto il resto in effetti deriva dalle programmazioni precedenti: sia per ciò che attiene al ripristino e ampliamento di 47 capannoni già esistenti nelle strutture precedenti sia le carceri tradizionali, dei quali fa parte il carcere di Sala Consilina. Il carcere salese, con un Decreto Ministeriale che risale al ’98-99, era già inserito in questo elenco. Oggi questo elenco è stato riconfermato in tutta la sua totalità e soprattutto i primi sette sono stati riconosciuti in quanto soggetti a realizzazione attingendo i fondi dalla somma prevista dal Governo.
D: Un lungo iter iniziato già qualche anno fa.         
R: Sì, già qualche anno fa ci siamo messi in contatto anche con il Ministro Alfano, un anno fa avevamo confermato la nostra intenzione di procedere per poter contribuire in tutti modi a ciò. Non escludiamo, avendolo già fatto, di riproporre un progetto di finanza che parte dal territorio pur di realizzare questa struttura che non ha un valore solo per se stessa ma anche per le altre strutture che può consolidare: vedi il tribunale, vedi le forze di polizia sul territorio.
D: Tribunale e carceri al centro dello stesso dibattito, risorse da cui la città non può prescindere. Come vede il loro destino indiscutibilmente intrecciato?
R: Indubbiamente,c’è necessità anche di queste strutture. Non è il massimo del piacere per quanto riguarda un amministratore pensare di salvare o di realizzare un carcere, nella nostra zona è un grosso obiettivo che faremo di tutto per raggiungere per quello che rappresenta, per l’indotto che rappresenta e soprattutto perché può permettere di puntellare tutto un sistema. La provincia di Salerno è molto grande, pensare di poter far capo ad un’unica struttura localizzata a Salerno diventerebbe altamente penalizzabile per il territorio, allora noi, cercando di realizzare i presidi, cerchiamo di salvaguardare il territorio nel quale viviamo.
D: Anche l’organico di Polizia Penitenziaria subirà una rivoluzione?
R: Questa è l’ennesima novità che rientra nel Piano carceri, e più specificatamente nel bilancio. È stata prevista l’assunzione di 2000 persone, nuovi agenti di Polizia Penitenziaria, perché uno dei grossi problemi è che forse qualche carcere in Italia, ci sta pure non utilizzato ma mancano o sono insufficienti le unità di Polizia Penitenziaria. Oggi è previsto un piano straordinario di assunzione di 2000 persone, fermo restando che nel nostro territorio, per la nostra situazione è un po’ diverso. Mi spiego: abbiamo diverse guardie penitenziarie perché fondamentalmente nel carcere di Sala Consilina fanno servizio sia le guardie carcerarie che già erano presenti prima sia le guardie carcerarie di Lagonegro. Abbiamo in attivo un buon numero di agenti e quindi diciamo che potremmo assicurare rapidamente anche la copertura di posti nel caso in cui ci fosse un carcere più grande.
 
Antonella Citro   



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro