Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 01 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



L’On. Donato Pica sull’emergenza sanità: “Di questa grave emergenza si devono fare carico tutti nei diversi livelli di responsabilità. Utile un confronto per garantire livelli ottimali di assistenza”.


17-01-2010

 

D: On. Pica, la crisi della Sanità in Campania sta investendo diversi settori arrecando problemi al personale e alle strutture. Qual è la situazione attuale nei nostri presidi?
R: Purtroppo la situazione non è positiva, non solo a Polla e a Sant’Arsenio, ma in tutta la Regione Campania e in tutta la Provincia di Salerno. Sono quotidiane le proteste e le lamentele che riguardano la carenza notevole di personale medico ed infermieristico, siamo cioè ai limiti di guardia oltre i quali non è possibile andare. Allora di questa grave emergenza, si devono fare carico tutti nei diversi livelli di responsabilità: la regione Campania, la struttura commissariale e il governo centrale. E’ vero, come dicevo, che attualmente in vigenza del commissariamento sono un po’ ferme tutte le attività programmatorie, ma è altrettanto vero che lo stesso governo centrale non può non rendersi conto di questa criticità e quindi non può non autorizzare o far derogare almeno in parte quelli che sono i limiti e i divieti imposti dalle vigenti leggi finanziarie nazionali in merito al turn-over.
D: Cosa allora occorre garantire e cosa fare nell’immediato?
R: Dobbiamo garantire livelli ottimali, efficienti e soddisfacenti di assistenza e su questo investire di più e meglio. Ovviamente tutto ciò può avvenire non trascurando quello che è l’obiettivo finale di ridisegnare e riorganizzare nel suo complesso la rete ospedaliera. D’altra parte il Consiglio Regionale lo aveva comunque fatto con la Legge Regionale 16, 2008 che poi è rimasta sospesa a seguito dell’intervenuto commissariamento della Sanità Campana. Quindi il silenzio non paga, non da risultati e non assicura risposte. Noi vogliamo e dobbiamo capire che cosa si intende fare per il futuro della Sanità in Regione Campania, ragion per cui è urgente e indilazionabile, a mio giudizio, un confronto anche a livello politico con il Presidente Antonio Bassolino, con il sub-commissario governativo e con i commissari delle Aziende Sanitarie locali.
D: Un dialogo che serve a mettere in chiaro diversi punti che toccano da vicino il Cilento e Vallo di Diano. Quali gli argomenti da approfondire?
R: Sì, ci sono molti provvedimenti da poter predisporre e da approfondire. Per esempio si dovrebbe parlare di più dell’edilizia sanitaria, dei progetti legati alla Seconda Annualità dell’art. 20 della legge 67, 1988 che consentirebbero l’ammodernamento degli immobili destinati ad attività sanitarie ma anche l’acquisto di nuove attrezzature in utilizzo delle moderne tecnologie. Anche questo, tutto questo, contribuisce sicuramente a migliorare il livello dell’assistenza ai cittadini e agli utenti. Non escludo in tempi brevi in una iniziativa specifica che richiami l’attenzione di tutti su queste tematiche specifiche, ma in questo momento l’esigenza prioritaria assoluta e inderogabile è quella relativa al personale. Su questo continueremo a lavorare per ottenere risposte immediate e convincenti.
 
Antonella Citro
     
 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro