Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 28 Febbraio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Angelo Paladino capogruppo opposizione “Città Futura” : “Viviamo un momento di grande miseria amministrativa”.


16-01-2010

 

D: Angelo Paladino, capogruppo “Città Futura”, dopo sei mesi di opposizione quali sono i lati positivi e quali quelli su cui ancora operare?
R: Il bilancio sull’operato dell’attuale maggioranza è fortemente negativo, lo abbiamo espresso con iniziative nostre, riunioni organizzate e tenute da noi, attraverso manifesti e volantini. In effetti, questa amministrazione da quando si è insediata si è cullata sugli allori, andando avanti su questioni vecchie. Ha inaugurato un parcheggio progettato venti anni fa e non ha realizzato nulla di nuovo come i commercianti lasciati soli a se stessi privi di una guida e di un sostegno.
D: Per quanto concerne l’ambito commerciale, dove battere l’accento?  
R: Tutte le iniziative natalizie non hanno avuto sostegno da parte dell’amministrazione comunale, gli ambulanti hanno dato il via a qualche iniziativa ma non c’è stato contributo. Continuano a chiudere i battenti gli esercizi commerciali nel centro storico di Sala Consilina ma anche sulla centrale Via Mezzacapo, chiudono negozi storici e niente di concreto viene fatto.
D: In termini di parcheggi invece?
R: Abbiamo chiesto di realizzare i parcheggi a Via Roma che sarebbe una soluzione per l’intera piazza e per i commercianti, ma l’attuale amministrazione non vuole sentire ragioni. Sono ormai 20 anni che hanno in mano questo progetto ma continuano a non fare nulla.
D: Altro problema è la disoccupazione.
R: Sì è un altro problema. Non si fa nulla per arginare la disoccupazione giovanile, vengono lasciati al loro destino, non esiste alcune iniziativa di tipo culturale. Sala Consilina non è più la città di riferimento ma è diventato un paese qualsiasi che non ha iniziative, anzi molte iniziative vengono prese da altri comuni, non è più traino di nulla né economicamente, né culturalmente né politicamente, viviamo un momento di grande miseria amministrativa e questo ci preoccupa.
D: Ieri mattina avete inoltrato istanza di convocazione di consiglio comunale.
R: Sì, abbiamo chiesto la convocazione di un consiglio comunale proprio per discutere della situazione commercio ambulante e fisso a Sala Consilina, della situazione viabilità, il cui piano relativo non è mai stato deliberato anche se l’abbiamo chiesto diverse volte, non è stata posta l’attenzione sui parcheggi da noi richiesta. Abbiamo sollevato il problema degli immigrati comunitari ed extracomunitari perché il comune non può ignorare centinaia di immigrati che hanno occupato buona parte delle case nel centro storico, case colonie, case di campagna oggi tutte occupate da stranieri che devono essere censiti controllati e aiutati. Abbiamo chiesto di discutere del problema acqua: arrivano bollettini molto salati ai cittadini e non si capisce perché l’acqua del posto non si può bere dal rubinetto, andrebbe capito perché non si può fare. In sostanza l’acqua che abbiamo essendo di bassa qualità nessuno la beve. Argomenti questi che vanno affrontati insieme alla Commissione Pari Opportunità, il cui mandato è scaduto da tempo ma che continua a essere rappresentata da persone non legittimate, occorre quindi rinnovarla.
D: Allora cosa state facendo per arginare questo disagio e malcontento?
R: Abbiamo cercato di denunciare tutto ciò appena elencato, perché l’amministrazione Ferrari non è attenta sui problemi seri del commercio soprattutto e dei giovani, e in ultimo del problema culturale. E su questo tacciono, esiste un’auto- celebrazione. Per le strade non si vede né il sindaco né tantomeno alcun assessore, forse sono talmente tranquilli di aver vinto le scorse elezioni che possono stare in casa stando lontani dai problemi della gente. Noi su questo incalzeremo in tutto il 2010 e infatti abbiamo chiesto la convocazione del consiglio comunale, lo abbiamo chiesto perché loro non lo vogliono fare, hanno paura di un confronto. Da questo punto di vista, noi saremo fermissimi nel mantenere una ferma opposizione nel proporre gli argomenti, e poi a proporre gli argomenti siamo noi e non loro. Il 2010 si apre con la nostra iniziativa e poi vediamo in che modo l’amministrazione Ferrari riuscirà ad andare dritto tra i problemi quotidiani della popolazione.
 
Antonella Citro
 
 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro