Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 06 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Consiglio comunale infuocato a Sala Consilina: i due capogruppo d’opposizione Paladino e Galiano inviano una nota congiunta


02-10-2009

All’indomani del vespaio di polemiche sollevatosi a seguito dell’ultimo infuocato consiglio comunale consumatosi al palazzo di città di Sala Consilina durato oltre dieci ore, in una nota congiunta stilata dai due capogruppo d’opposizione, l’avv. Angelo Paladino capogruppo di “Città Futura” e l’avv. Michele Galiano capogruppo PdL appena costituito, si può leggere: “L’opposizione del Consiglio Comunale di Sala Consilina, in esito alla seduta del 30 settembre, stigmatizza il comportamento tenuto dal Sindaco e dalla maggioranza, che dopo ben tre mesi dall’insediamento, se pur più volte sollecitati in tal senso, hanno convocato un consiglio alle  9.00 di mattina ed in un giorno tradizionalmente festivo. Gli argomenti di bilancio, presentati l’ultimo giorno utile, sono stati approvati senza le certificazioni necessarie in ordine all’esistenza di debiti fuori bilancio ed in ordine allo stato di attuazione dei programmi. L’atto, quindi, risulta assolutamente illegittimo, per le motivazioni su esposte e, ad abundatiam con una relazione coraggiosamente  negativa del dirigente dell’area finanze, che ha preannunciato l’imminente violazione del patto di stabilità interno. Per tale motivo si interesseranno gli organi competenti affinchè verifichino la legittimità dell’atto adottato. In ordine alle deleghe assegnate dal Sindaco a singoli consiglieri comunali, bisogna sottolineare come siano state conferite in violazione dell’art. 50 comma 11 dello statuto comunale e nonostante il parere in tal senso del segretario comunale. Di fatto si tratta di un tentativo di portare la Giunta da sette a tredici assessori, non consentita dalla legge. Per detta motivazione si è richiesto nel corso del consiglio l’inoltro degli atti agli organi competenti”. Scorrendo si può leggere anche: “Alla luce, anche, delle ultime dichiarazioni rese alla stampa dalla sig.ra Maria Stabile, viene confermata la giusta contrarietà alla sua nomina a Presidente del Consiglio. La stessa dimostra la sua inutilità nella funzione, non garantendo i diritti dei singoli consiglieri, ma rimane utile strumento della maggioranza nel tentativo di coartare la voce dell’opposizione e, quindi, la possibilità dei cittadini di conoscere, di partecipare, di controllare ed eventualmente contestare l’attività dell’ amministrazione senza alcuna limitazione. Quest’ultima ha dimostrato grande intolleranza ed insofferenza al dibattito democratico, avendo solo fretta di approvare argomenti con grande superficialità ed approssimazione e lasciando al solo Sindaco la parola. Sull’argomento senza voto di Palazzo Del Vecchio è emerso il tentativo organizzato, demagogico e strumentale di manipolare la vicenda. Non si comprende la sospensione dei lavori relativi al parziale abbattimento dello storico Palazzo Del Vecchio, lavori fermi da oltre due mesi se,  come ha detto il Sindaco, tutto è nella regola. Se è tutto in ordine, mantenga le promesse elettorali”. Poi si passa all’argomento spinoso della metanizzazione: “L’opposizione ha avuto il merito di dare voce agli imprenditori di Sala Consilina che, ingiustamente esclusi nel loro paese, hanno finalmente, dopo tante proteste, incontrato insieme con l’opposizione, un Sindaco finora sonnolente, distratto ed incurante degli interessi legittimi dell’economia locale”. L’opposizione decisa e compatta afferma in ultimo che continuerà con aumentato impegno nell’azione di verifica e severo controllo sulla legittimità degli atti amministrativi e sulla spesa dei soldi pubblici, difendendo, così,  gli interessi della gente, al riparo da qualsiasi intimidazione.

 
Antonella Citro
                                  
                                                                                          
 



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro