Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 26 Febbraio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



I Finanzieri di Sala Consilina scoprono truffa e frode fiscale nel settore delle carni e animali vivi: sottratti 90 milioni di euro al fisco. Sequestrato pure un intero immobile


24-09-2009

Finanzieri di Sala Consilina agli ordini del tenente Bruno Ruotolo,a seguito di attività di intelligence svolta sotto il coordinamento e la direzione del Comando Provinciale di Salerno, hanno concluso un’altra complessa ed articolata attività investigativa che ha permesso di accertare elementi positivi di reddito non dichiarati per circa 90 milioni di euro, 26milioni di IRPEG sottratta, 17milioni di I.V.A. evasae78milionidi base imponibile IRAP omessa, in violazione al d. Lgs. nr. 74/2000, oltre che per i reati in ordine all’associazione per delinquere, truffa ai danni dello Stato e della Comunità Europea. Le indagini si sono concluse con la denuncia all’A.G. di 4 persone ed il coinvolgimento di 2 società operanti nel settore del commercio all’ingrosso di carni macellate ed animali vivi, con sede nel Vallo di Diano e nel salernitano. Il meccanismo è stato concepito, organizzato e condotto da un gruppo familiare residente in Scafati (SA) che, in concorso, a mezzo le due imprese fittizie e completamente “in nero” in sfregio a qualsiasi norma e regola, hanno importato ingenti capi di animali vivi da paesi UE (Belgio, Austria, Germania etc.) i quali venivano poi rivenduti vivi e/o macellati in macelli di fortuna e non igienici a soggetti operanti in diverse regioni del paese , con enormi rischi per la salute dei consumatori in quanto non subivano i dovuti e previsti controlli sanitari. Considerato che il sodalizio non ha mai inteso collaborare anzi ha tentato goffamente di sviare le indagini simulando cessioni d’azienda fittizie, distruggendo e/o non esibendo atti e documenti fiscali, gli investigatori, quali funzionari di polizia economico-finanziario, avvalendosi della cooperazione e dell’interscambio informativo con i paesi UE, nonché mediante l’uso di sofisticate e moderne banche dati e con l’ausilio delle indagini finanziarie e patrimoniali, hanno ricostruito puntualmente il reale volume di affari delle due imprese risultato essere  di ingenti proporzioni e di gravissimo danno per l’Erario, la Comunità Europea, i cittadini e per l’intera economia legale. Al fine di garantire la pretesa erariale, gli uomini della Guardia di Finanza hanno proposto ed ottenuto dall’A.G. competente l’emissione di apposito decreto di sequestro di 8 appartamenti per un valore di 4 milioni di euro, analiticamente individuati e risultati nella disponibilità dei soggetti dominus. Tale nuova misura e’ stata possibile in quanto introdotta con la finanziaria del 2008, che ha esteso anche ai reati fiscali l’istituto ablativo della “confisca per equivalente” volta al miglioramento delle azioni a contrasto dell’evasione fiscale e consentire allo stato di espropriare i beni e/o le cose di provenienza illecita. L’attività posta in essere rientra tra gli specifici compiti istituzionali del corpo, con particolare riferimento alla tutela della salute pubblica degli interessi economici e finanziari dello Stato e Comunitari, nonché sul controllo della leale concorrenza e salvaguardia del mercato in riguardo dei consumatori.




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro