Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 22 Febbraio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Brucia la montagna di località Sant’Antonio di Sala Consilina


04-08-2009

Con la bella stagione ritorna puntuale il problema incendi. Dopo l’ultimo incendio di natura quasi certamente dolosa appiccato ai rifiuti del sito di trasferenza di località San Giovanni di Sala Consilina, ieri nel primo pomeriggio ha iniziato a bruciare l’area sovrastante la popolosa frazione Sant’Antonio, una vasta area più volte entrata nel mirino dei malintenzionati. Un’altissima e vastissima colonna di fumo e il caratteristico e insopportabile odore acre del fumo, complice il vento, si sono rapidamente diffusi nell’aria attirando subito l’attenzione della popolazione ivi residente che una volta constatata la gravità dell’accaduto ha chiesto l’immediato intervento dei Vigili del Fuoco del distaccamento del comune capofila del Vallo di Diano. Giunti sul posto anche gli agenti del Corpo Forestale dello Stato e i volontari della Protezione Civile. I caschi rossi appena sono arrivati sul posto con idranti e autocisterne piene di acqua si sono dati un gran da fare e hanno impiegato diverse ore per circoscrivere le fiamme che nel frattempo si erano propagate nelle aree limitrofe facendo dappertutto terra bruciata. Data la consistente vastità dell’incendio sono stati chiamati in soccorso anche due Canadair dalla vicina città di Salerno che servendosi dei corsi d’acqua presenti nella vallata hanno prelevato diverse tonnellate di acqua per ridimensionate e quindi spegnere quel disastro scoppiato sotto i loro piedi. Intervenuti sul luogo dell’incendio anche i carabinieri della Compagnia di Sala Consilina che agli ordini del capitano Domenico Mastrogiacomo hanno avviato approfondite indagini per individuare le cause e risalire ai responsabili dell’ultimo furibondo reato contro l’ambiente. Reato considerato da molti quasi “uno sport” che soprattutto d’estate semina non poco disagio provocando danni considerevoli al territorio. E qualcuno grida la natura ancora una volta dolosa dell’incendio divampato. “Non è la prima volta che quella fetta di montagna brucia nel periodo estivo – ha commentato un anziano- quelle fiamme quasi sempre sono il frutto di un piano funesto messo in piedi proprio dall’uomo”. Via via altri commenti che hanno tenuto banco fino a sera, “Non si possono accettare queste azioni – hanno detto alcuni cittadini- deve essere punito severamente chi si adopera per distruggere la natura incontaminata che caratterizza quei posti”. Ingentissimi i danni stimati a fine operazione: centinaia di ettari di terreno sono andati bruciati, compresa la vegetazione. Il fuoco poi è stato definitivamente domato intorno le 21:00.

Antonella Citro



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro