Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 03 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Michele Calandriello candidato alla provincia per il collegio 24. Lista: Casini Unione di Centro- Alla provincia con Cirielli. Ha detto: “Voglio essere vicino alla gente e dare un segnale forte al territorio”


14-05-2009

D: Perché Michele Calandriello, capogruppo dell’opposizione al comune di Sala Consilina, ha deciso di candidarsi alla provincia in una lista di centro?

R: “Un impegno per il Vallo di Diano nella Provincia di Salerno” è lo slogan della mia campagna elettorale. E’ una mia predisposizione personale e professionale venire incontro ai bisogni e alle esigenze del territorio per cercare di dare un contributo alla loro risoluzione. Non dobbiamo infatti dimenticare che il Vallo di Diano, nello specifico il collegio 24, registra alcune peculiarità forse differenti rispetto alle altre aree ma tutte possono essere qualificate e valorizzate nel modo opportuno. Considerata la mia estrazione moderata ho deciso di candidarmi nella lista Casini Unione di Centro –Alla provincia con Cirielli, che a sua volta ha stretto alleanza con il centro destra per amministrare al meglio il territorio. Ho trovato questa linea confacente alle mie aspirazioni ai miei principi al mio carattere alla mia predisposizione e ai miei sentimenti. Vorrei portare avanti questo progetto validissimo per dare realmente un forte contributo allo sviluppo del territorio del Vallo di Diano.

D: Quali sono i punti salienti del suo programma che intende presentare e perseguire?

R: Se il territorio esprime una delega sulla mia persona, mi auguro di riuscire e portare avanti un programma confacente alle aspettative. Inizierei con un’azione rivolta alla viabilità che abbracci però tutto il comprensorio, tutte le strade della provincia andrebbero curate dando un indirizzo univoco senza preferenza di questa o quella comunità, bensì voglio venire incontro alle esigenze di tutti i cittadini. Voglio creare un interesse non semplicemente verso i processi delittuosi e nefasti sulle nostre strade, ma voglio offrire una viabilità fruibile e confacente alle esigenze più disparate. A tal proposito non va trascurato il progetto della seconda uscita a Sala Consilina Sud zona Trinità. E’ vero che cade nel territorio salese e può essere interpretata come una chance in più per quell’area e magari letta come una scelta di campanile, ma la seconda uscita utile per il settore commerciale e altro, inciderebbe sulle distanze e sul tempo trascorso in auto. E’ un’uscita che potenzierebbe altre comunità come Teggiano, Sassano, Padula etc.

D: In questi giorni si è fatto riferimento anche al diritto alla formazione con attenzione particolare alla cultura e alle sue forme più poliedriche.

R: Il mio non è un organigramma preciso ma spontaneo intriso a prima vista di voli pindarici, ma ritengo che se i cittadini hanno voglia di partecipare alle attività, lo devono fare a ogni livello con ogni mezzo possibile compresi enti e associazioni. I giovani devono partecipare alla vita sociale per acculturarsi e crescere perchè non devono essere penalizzati solo per il fatto di vivere in zone ristrette. Dobbiamo coinvolgerli coi fatti. La formazione dei giovani ha iniziato a essere intesa come elemento indispensabile del nostro territorio. Mi sta a cuore anche il collegamento dell’istruzione professionale con il mondo artigianale e delle piccole e medie imprese.

D: Un occhio di riguardo nei confronti dei collegamenti provinciali, regionali e nazionali, senza dimenticare le bellezze architettoniche e paesaggistiche nostrane.

R: Un altro punto importante: abbiamo attrattori turistici che ci inorgogliscono, ma ci dobbiamo rendere conto che purtroppo la fruibilità di questi stessi rispetto ad altri monumenti è bassa. Allora bisogna incidere su ciò, con un collegamento con il turismo provinciale, regionale e nazionale per far sì che i monumenti presenti, patrimonio dell’UNESCO, siano valorizzati. Spesso infatti andiamo lontano per ammirare bellezze architettoniche e paesaggistiche che invece abbiamo a portata di mano. In questo si inserisce un ulteriore ampliamento dei collegamenti del Vallo di Diano con l’università di Salerno, perchè voglio dare ascolto alle esigenze logistiche del cittadino che si trova magari in zone prive di collegamento. Vorrei proporre interscambi culturali, sociali ed economici tra il Vallo di Diano e la limitrofa Provincia di Salerno, come la Basilicata, per evitare il fenomeno di evasione dei giovani. Occorre fare qualcosa per trattenere i giovani e non lasciarli andare via per far beneficiare poi altri delle loro intelligenze. Abbandono di agricoltura, crisi del commercio, assenza di industrializzazione: questi i punti su cui incidere, dobbiamo sfruttare allora le nostre potenzialità che non sono seconde a nessuno. In ultimo non va trascurato l’ambiente, vigilando qualitativamente sul territorio. L’educazione all’ambiente è importante fin dalle scuole primarie perché devono capire che l’ambiente è il loro presente e il loro futuro.

Antonella Citro




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro