Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 17 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Il Comitato Civico "NO Mega Centrale a biomassa di Atena Lucana", ha consegna all'On Andrea Cozzolino in visita nel Vallo una lettera in merito alla costruzione della centrale


24-03-2009

Il Comitato Civico "NO Mega Centrale a biomassa di Atena Lucana", insieme alle associazioni Codacons e Cittadinanza Attiva, ha consegnato all'Assessore alle Attività Produttive ed Agricoltura della regione Campania, l'On Andrea Cozzolino, in occasione della sua visita nel Vallo di Diano, una lettera nella quale si evidenziano le preoccupazioni per i danni alla popolazione ed al territorio causati dalla imminente costruzione della Centrale a Biomasse ad Atena Lucana. La lettera, inoltre, chiede all'Assessore di prendere una decisione ufficiale in merito alla richiesta di annullamento/sospensione dell'autorizzazione sollevata dalla Commissione Ambiente, nell'ambito dell'audizione del 10 febbraio scorso, e motivata dalla mancanza della Valutazione di Impatto Ambientale obbligatoria in quanto l'impianto proposto sarebbe ubicato in zona contigua del Parco Naturale del Cilento e Vallo di Diano.

Si allega testo integrale della lettera a cui si spera che l'Assessore voglia rispondere in tempi brevi.
 

Alla cortese attenzione del
Dott. Andrea Cozzolino
Assessore alle Attività Produttive e
all’Agricoltura della Regione Campania

 

 

OGGETTO: CENTRALE PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALIMENTATA
A BIOMASSE DELLA POTENZA DI 50MW TERMICI DA REALIZZARE NEL
COMUNE DI ATENA LUCANA

 


Gentile dott. Cozzolino,
approfittiamo dell’occasione della sua gradita visita nel Vallo di Diano per consegnarle la presente lettera che ha il solo scopo di evidenziare la preoccupazione degli abitanti della zona per la costruzione della centrale in oggetto.
Come Lei certamente sa, la Regione Campania, con decreto N° 495 del 16/10/2007 ha autorizzato, a valle di una Conferenza Unificata di Servizi, la società Natural Energy S.r.l. a realizzare e a far entrare in esercizio una centrale elettrica alimentata a biomasse nel comune di Atena Lucana della potenza di 50MW termici.
Non appena la cosa è divenuta di pubblico dominio, numerose Associazioni tra cui Cittadinanza Attiva Onlus, il WWF Campania, la Codacons, Legambiente si sono mobilitate al fine di impedirne la realizzazione. A tale scopo è recentemente nato il Comitato Civico del Vallo di Diano “No Mega Centrale a Biomasse ad Atena Lucana” che riunisce e rappresenta la maggior parte delle Associazioni di cittadini presenti sul territorio.
Le ragioni del NO alla costruzione dell’impianto sono le seguenti:
- Sproporzione delle dimensioni dell’impianto (consumo di 330 tonnellate al giorno di legna) rispetto alla reale disponibilità di biomassa in zona e conseguente necessità di importare il combustibile da lontano e molto probabilmente dall’estero. In questo modo la quantità di legna bruciata sarà molto maggiore di quella prodotta per cui le emissioni di CO2 dell’impianto non verranno compensate localmente dalla ricrescita delle piante tradendo il principio stesso su cui si regge la tecnologie delle biomasse
- Produzione di grosse quantità di sostanze inquinanti, in primo luogo polveri fini ed ultrafini, monossidi di azoto e di carbonio etc, estremamente pericolose per la salute della popolazione del comprensorio e contaminanti per i terreni circostanti dedicati all’agricoltura ed alla zootecnia.
- Danneggiamento della filiera lattiero-casearia e delle produzioni agricole di pregio a causa dell’inquinamento atmosferico e della contaminazione dei terreni.
- Danneggiamento delle numerose attività turistico alberghiere - che negli ultimi tempi sono nate anche grazie a finanziamenti regionali, nazionali ed europei - a causa dell’inquinamento e dei fumi prodotti dall’impianto che determineranno una diminuzione drastica dell’afflusso turistico in zona
- Mancanza di un sistema di cogenerazione e teleriscaldamento con conseguente dissipazione e spreco del 80% dell’energia ricavata dalla combustione

Queste istanze sono state portate anche in Regione Campania, dove, il 10 febbraio scorso, si è tenuta un’audizione presso la Commissione Ambiente presieduta dal dott. Ragosta, nell’ambito della quale è stato chiesto all’assessorato da Lei presieduto, l’annullamento dell’autorizzazione alla costruzione della centrale poiché non era stata presentata la Valutazione di Impatto Ambientale. Tale documentazione era necessaria perché Atena Lucana ricade nelle aree contigue del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e, per tale motivo, la soglia di potenza al di sopra della quale la VIA è obbligatoria passa da 50 a 25MW.
Attualmente non abbiamo ancora avuto alcuna risposta ufficiale in merito a questa richiesta, anche se, solo informalmente, abbiamo saputo che il Responsabile del Procedimento, l’ing. Guerriero, non intende procedere alla revoca/sospensione del Decreto in quanto ha agli atti una comunicazione della Commissione VIA della Regione Campania che ha dato un “parere di compatibilità ambientale” positivo all’impianto.
A nostro parere l’autorizzazione rimane illegittima in quanto tra i documenti progettuali non c’era, all’atto della richiesta, la VIA che rimane obbligatoria. A questo proposito cogliamo l’occasione per sollecitare una risposta ufficiale da parte del suo Assessorato.
Al di là degli aspetti amministrativi che, se necessario, saranno chiariti nelle sedi preposte, vorremmo sottolineare che la popolazione del territorio vede questo impianto come qualcosa di pericoloso ed inutile, che deturpa l’ambiente e stravolge le strategie di sviluppo finora seguite. Se, invece, l’impianto fosse stato dimensionato sull’effettiva disponibilità di scarti vegetali provenienti dall’agricoltura, sarebbe stato eco-sostenibile svolgendo la duplice funzione di smaltire i resti vegetali e di produrre energia.
Per questi motivi chiediamo una volta ancora alla Regione Campania, da Lei oggi rappresentata nel nostro comprensorio, di revocare la decisione di far installare la centrale prevista nel nostro territorio.

In attesa di un Suo riscontro, porgiamo distinti saluti


Atena Lucana, lì 22/03/2009

In fede

Cittadinanza Attiva Onlus
Assemblea Territoriale del Vallo di Diano
c/o SAUT ASL/SA3, 84030 Teggiano (SA)
E-mail: cittattiva.diano@tiscali.it


Codacons
Corso Vittorio Emanuele, 30
84036 Sala Consilina (SA) - Tel. 0975 21550


Comitato Civico “No Mega Centrale a Biomasse ad Atena Lucana”
Via Umberto I 84030 Atena Lucana (SA)
E-mail: nocentraleatena@alice.it Tel. 346 1643440
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro