Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 19 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



ComunitÓ montana, alta tensione nel Pd


16-01-2009

Dopo la tempestosa seduta dell'altra sera per la elezione del nuovo esecutivo della Comunità Montana Vallo di Diano, nessuna riconciliazione, almeno sino ad ieri, fra le due anime del Pd valdianese. Anzi, fra di esse, sale la tensione. E l'assessore provinciale, Angelo Paladino, chiede l'intervento del coordinatore salernitano del Partito Democratico, Michele Figliulo, per limitare i danni derivanti al partito da quanto avvenuto all'assemblea di Padula Certosa, nel corso della quale «si è voluto forzare la mano, con poca responsabilità, per soddisfare modesti interessi di bottega, offrendo uno spettacolo indecoroso, al limite della rissa» e causando una spaccatura all'interno del Pd che si sarebbe potuta evitare se, facendo prevalere, «il buon senso, l'interesse del partito e, ancor più, quello della gente», si fossero cercate altre «soluzioni che, pur garantendo il gruppo di maggiore riferimento, avrebbero assicurato l'unità del Pd». Dure le reazioni anche da parte del Pdl, che, attraverso una nota stampa di Giovanni Graziano, coordinatore di An nel Vallo di Diano, considera «la crisi della comunità montana non un fatto circoscritto all'ente ma la tragica conseguenza della gravissima crisi politica che attraversa il centro sinistra». Di tutt'altro parere l'assessore provinciale, Gaetano Arenare, che riferendosi alla recente legge regionale, sottolinea la necessità di dare subito un governo all'ente comunitario, già da tempo senza guida e a rischio commissariamento. «L'infruttuosità dei tentativi di mediazione, che pure ci sono stati -afferma- ci ha costretto a scegliere e a far prevalere il senso di responsabilità. Accettiamo la dialettica politica e siamo pronti a riaprire, sin da oggi, un confronto con tutti i componenti dell'assemblea, ma rispediamo al mittente le accuse scomposte e gli attacchi personali di chi, in questi giorni, ha lavorato per alimentare divisioni invece che pensare agli interessi dell'ente e dei cittadini». Il consigliere regionale, Donato Pica auspica l'avvio, nel centro sinistra valdianese, di «una fase di confronto e di approfondimento ed un'assunzione di responsabilità da parte di tutti, attraverso la ricomposizione e l'integrazione delle rappresentanze in ognuno degli organismi comprensoriali in cui va assicurato il giusto equilibrio tra le forze politiche della coalizione». Intanto il neo eletto presidente, Raffaele Accetta, è deciso ad andare avanti per la sua strada. «Unico mio pensiero -ci tiene a sottolineare- è amministrare e portare avanti il programma che ci siamo imposti per il definitivo rilancio del nostro comprensorio».

GIUSEPPE LAPADULA

tratto da: www.ilmattino.it

 

 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro