Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 05 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Il Cilento sbarca a Glasgow con il Sapore della Cultura


09-12-2004

Debutta domenica 12 dicembre in Scozia il festival Convivium
Una tre giorni per mostrare all'estero le bellezze del salernitano

Imbandire la tavola dei sapori e della cultura dell'orgoglioso Cilento in giro per l'Europa: è l'essenza del progetto Convivium, festival itinerante realizzato in partenariato da otto Comuni del Cilento, due Comunità Montane e la Pro Loco di Gioi, Ente Capofila. Accanto a loro, l'importante contributo dell'organizzazione internazionale Slow Food, da tempo impegnata nella creazione, in molti dei centri coinvolti, di "presidi", prodotti tipici di cui promuove la valorizzazione e la preservazione.

Proprio il prodotto tipico e più in generale la cucina, intesa come linguaggio ed espressione di identità, è il tema conduttore e il soggetto delle attività che compongono il Convivium, un evento, ideato e coordinato dalla dr.ssa Maria Teresa Scarpa, presidente della Pro Loco di Gioi, attraverso cui civiltà diverse si incontrano, si scoprono e si conoscono. Ma, soprattutto, una scommessa culturale, nata dalla volontà locale dei partner della rete di aprirsi all'Europa per promuovere il proprio territorio, incentivare gli scambi culturali e la crescita economica.

Cinematografia, degustazioni, workshop, arte fotografica, danza e musica popolare sono le sezioni che compongono la tre giorni ospitata presso il Tron Theatre; il debutto è per il prossimo 12 dicembre a Glasgow, in Scozia, scelta come prima vetrina europea de "Il sapore della cultura del Cilento". Al centro delle cinque sezioni, i prodotti tipici di questa splendida e incontaminata zona del salernitano, dalla soppessata di Gioi alle castagne di Cuccaro Vetere e Laurito, dal fico bianco di Orria e Pollica al caciocavallo di Piaggine, dalle alici della Menaica di Pisciotta all'olio d'oliva di tutta la zona, passando per le specialità di Ascea.

Comunicato Stampa inviato da Gilda Camaggio

Un doppio suggestivo percorso fotografico (Colore e B/N) allestito dall'Associazione Eiro mostrerà il mondo del Cilento, dal paesaggio ai momenti rituali. Gli scatti in B/N propongono una delle manifestazioni religioso-popolari più importanti e significative: il volo dell'angelo. Le fotografie, oltre che ritrarre il momento più coreografico della rappresentazione (in un giorno prestabilito dell'anno, un bambino scelto dal paese ingaggia una lotta con il male, ancorato ad una fune e sospeso ad un'altezza di 8-10 metri tra due palazzi della piazza principale del paese), mostrano l'identità di un popolo che si riconosce nel rituale e in tutti i suoi passaggi. Le fotografie raggruppate nella sezione colore ritraggono invece i paesi partecipanti al Convivium e i prodotti gastronomici tipici di ciascun luogo.
La forza di questa terra, i suoni e gli odori unici nel suo genere, saranno rivelati nel racconto-documentario prodotto dalla MaM pruduction per trasportare il lontano spettatore a vivere il suo primo viaggio nel Cilento vero, attuale. Il video cerca di unire i mille volti della sua vasta area e le sue diverse cittadine grazie ad un sottile gioco di incroci tra i protagonisti, tutte persone che vivono il territorio e che lo rendono vivo, introducendo le relazioni tra i diversi comuni e le loro genti. I loro volti si alternano creando un ponte virtuale tra un luogo e un altro: il risultato è un immagine del Cilento come un unico "villaggio" in cui regna la QUALITA' del luogo, ancora votato ad una vita non frenetica.

Sperimentazione e confronto tra le tradizioni musicali popolari animeranno la sezione Musica e Danze, accesa dalla compagnia Critmo. Il loro repertorio rappresenta l'evoluzione della tradizione cilentana, di cui il gruppo è espressione; cantando e suonando le loro memorie a Glasgow, proporranno un'efficace esposizione, attraverso il ritmo e le belle melodie popolari, delle storie e dei miti che danno anima al Cilento.

I prodotti tipici della terra saranno presentati ne I Laboratori del Gusto a cura dell'Organizzazione internazionale Slow Food: un esperto degustatore presenterà il cibo cilentano sotto i vari aspetti, organolettici e qualitativi, mostrando agli scozzesi anche come possano gustarli al meglio. L'obiettivo è duplice: da un lato diffondere la conoscenza della storia e della cultura dei prodotti e dei piatti, la consapevolezza sulle qualità di un prodotto, al fine di riattribuire la dignità culturale al cibo e riappropriarsi del rito lento del convivio; dall'altro, stimolare la curiosità e l'interesse verso il territorio e il suo enorme patrimonio di biodiversità genetiche, oltre a trasmettere una sensibilità nei confronti della produzione agricola e per la salvaguardia delle cucine locali.
Dall'antica Grecia, fino alle corti dei principi del Rinascimento, tra i popoli del mediterraneo era uso discutere di scienze e di filosofia intorno ad una tavola imbandita: in questi antichi rituali, detti "convivi" o "simposi", affonda radici e suggestioni il moderno Convivium, luogo del confronto e del dialogo. I work shop rappresentano il momento principale di incontro diretto tra i portavoce della cultura mediterranea (gli artisti, gli esperti ed i tecnici che hanno realizzato le sezioni del Convivium) ed i rappresentanti della cultura dell'Europa del nord, il pubblico scozzese. Laboratori di conoscenza in cui i relatori portano la loro esperienza sulla tecnica utilizzata nelle varie forme di espressione presentate nell'evento ed introducono i partecipanti alla vita del Cilento; i fruitori a loro volta sono invitati a concorrere come parte attiva del processo creativo. Infatti, accanto al momento didattico, sarà dato ampio spazio allo scambio di proposte per elaborare i nuovi progetti che arricchiranno le future edizioni. I temi sviluppati riguardano le sezioni dell'evento: la musica e la danza popolare, la cultura del mangiare bene, il cinema e la fotografia.
L'obiettivo è intensificare i rapporti tra Italia e Scozia valorizzando le peculiarità di ciascun Paese, stimolare lo scambio di conoscenza e creare uno spazio di sperimentazione culturale dove l'arte e le idee prendono forma lungo un work-in-progress di confronto e dialogo tra due eredità sociali e culturali profondamente diverse.

Creare uno spazio - nato dal contributo dei diversi partners che costituiscono il network - in cui due paesi si incontrano per conoscersi, creare nuovi rapporti nell'ambito dell'Unione Europea e trarre vantaggio dallo scambio reciproco, oltre che promuovere il Cilento, la sua cultura e le sue bellezze paesaggistiche attraverso prodotti tipici di qualità, definiti come "espressione di identità culturale", sono le finalità generali dell'evento e del Partneriato che lo promuove.
Il network si propone inoltre di realizzare e gestire una promozione culturale ed economica specifica ed una prima offerta turistica, che parta dalle capacità recettive e dalle attrattive locali, fino a stimolare la crescita della capacità ricettiva interna del Cilento e trasformare il suo turismo da episodico ed estivo in programmato e di qualità. L'offerta turistica è definita all'interno dell'area geografica delle Comunità Montane del Lambro e Mingardo e Zona Alento-Montestella, che aderiscono al Convivium.

Comunicato Stampa inviato da Gilda Camaggio




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro