Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 17 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



San Rufo: caso violenza sessuale, l'avvocato difensore sospetta una trappola


10-10-2008

Fissata per questa mattina l'udienza di convalida dell'arresto compiuto dai carabinieri di Polla nei confronti di A.ntonio D'Andrea di 53 anni di San Rufo, accusato di aver violentato la suocera di 83 anni. La vicenda, intanto, legata al presunto caso di violenza sessuale nei confronti dell'anziana, ha destato molto scalpore anche perché la donna è molto conosciuta e rispettata. Intanto, però, tramite il suo avvocato di fiducia Giovanni De Paola, del foro di sala Consilina, il boscaiolo originario di Sacco, nega tutte le accuse, definendole una vera e propria montatura. «I fatti non si sarebbero svolti come sono stati raccontati dalla stampa - afferma l'avvocato Giovanni De Paola che ieri mattina ha avuto il primo colloquio con il suo assistito - È vero che D'Andrea, nel corso della notte, si è recato nella stanza della suocera, ma soltanto perché era preoccupato per le sue condizioni di salute. Alcune ore prima, infatti, l'anziana donna si era sentita male, tanto che si è reso necessario anche l'intervento dei sanitari del 118. Quando, nella notte, ha sentito che la suocera emetteva dei lamenti, ha pensato bene di prestarle soccorso. A questo punto - continua l'avvocato De Paola - sarebbe scattata la messinscena. Da tempo, infatti, i rapporti tra la figlia adottiva della donna ed il marito non sono buoni. Non è escluso, pertanto, che si sia trattato proprio di una messinscena, tesa ad incastrare l'uomo che nega con tutte le sue forze di aver usato violenza sessuale nei confronti dell'anziana donna. Anche perché - conclude l'avvocato Giovanni De Paola - riesce difficile immaginare che un uomo di grossa stazza come D'Andrea potesse approfittare sessualmente di un'anziana vecchietta, tra l'altro anche abbastanza sofferente a causa dell'età avanzata». Questa la versione del boscaiolo di San Rufo, anche se, ad inchiodarlo, restano le testimonianze oltre che dell'anziana suocera, anche della moglie e della figlia. Sono state proprio queste ultime, infatti, che richiedendo l'intervento dei carabinieri, hanno determinato l'arresto del proprio congiunto. Una vicenda che, agli occhi dei militari al comando dei marescialli Francesco Vivone e Vincenzo Furfaro, non sembrava lasciare spazio ad alcuna immaginazione. Troppo precisi, infatti, i particolari riferiti dall'anziana donna, che all'arrivo dei carabinieri era ancora denudata e con ecchimosi presenti in varie parti del corpo. Una denuncia sconcertante, avallata dalle dichiarazioni della figlia adottiva che aveva preso in casa, assieme al marito ed ai suoi quattro figli, a causa delle condizioni economiche alquanto critiche in cui la coppia versava. Saranno ora le indagini a fare luce su una vicenda che, comunque, appare ancora abbastanza confusa e dai contorni non ancora decisamente chiari. Migliorano, intanto, le condizioni della nonnina, ancora ricoverata presso l'ospedale di Polla.


ROCCO COLOMBO

tratto da: www.ilmattino.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro