Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 18 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Il Consiglio di Stato conferma l'affidamento del servizio di igiene urbana, per il comune di San Rufo, al Consorzio Bacino SA3


16-07-2008

IL CONSIGLIO DI STATO CONFERMA L’AFFIDAMENTO, AL CONSORZIO BACINO SA 3, DEL SERVIZIO DI IGIENE URBANA
DEL COMUNE DI SAN RUFO
La V Sezione del Consiglio di Stato ha accolto i ricorsi di appello del Comune di San Rufo contro le ordinanze del TAR, sezione di Salerno, favorevoli al Consorzio di Bacino Sa 3 di sospensione del diniego di affidamento del servizio di Raccolta differenziata.
Da notare che l'appello è stato accolto non già in relazione al carattere vincolante o meno dell'avvalimento dei Consorzi di Bacino per la raccolta differenziata, bensì contestando che la determinazione dell'offerta economica possa essere rimessa alle libere volontà della Ergon, sia pure nell'ambito dei parametri approvati dal Consorzio.
In queste condizioni, risulta ridimensionato il peso dell'ordinanza cautelare del Consiglio di Stato, visto che non è stato posto in dubbio l'obbligo giuridico di avvalimento dei Consorzi di Bacino, che avrebbe comportato ricadute negative, per l'intero territorio consortile, ma solo la necessità che il "corrispettivo" sia determinato "consensualmente" tra le parti (Comune - Consorzio - Ergon) e non imposto da uno dei soggetti del rapporto.

In base a quanto specificato sopra, è da sottolineare che il Consorzio è risultato sempre vincente nelle diverse ordinanze del TAR e poi del Consiglio di Stato. L’Ente consortile, infatti, deve continuare a gestire il servizio di igiene urbana del comune di San Rufo tramite la Ergon (società mista partecipata del Consorzio). Tale fatto è confortato, peraltro, da precise disposizioni di legge (nell’attuale regime emergenziale, inoltre, un’apposita ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri (3564/07 art 5) sancisce l’obbligo di avvalersi dei Consorzi di Bacino per la gestione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti).
Il comune di San Rufo, sin dall’inizio credeva, invece, di poter liberamente servirsi di altri soggetti per il servizio, sostenendo, al tempo stesso, l’illegittimità del comportamento del Consorzio. Il Consiglio di Stato ha in effetti sancito la legittimità del servizio affidato al Consorzio con la sola indicazione che i costi della convenzione per il servizio di raccolta dei rifiuti devono essere consensualmente concordati tra il Comune ed il Consorzio e non tra la Ergon, in quanto soggetto di diritto privato, ed il Comune.
Sulla vicenda interviene Giuseppe Marmo, vice presidente del CdA del Consorzio: “Prendiamo atto, sottolinea Marmo, della sentenza del Consiglio di Stato che non fa altro che confermare quanto da noi sostenuto da mesi, ovvero che il servizio deve essere espletato assolutamente dal Consorzio. Da parte nostra garantiremo, come avviene per gli altri comuni, una ottimale gestione dei servizi. Non è un caso, infatti, se da sei anni il nostro ente risulta essere il primo Consorzio con percentuali che superano di diversi punti i limiti minimi imposti dalle vigenti normative”.



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro