Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 06 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Importante vittoria del Codacons di Sala Consilina


07-06-2008

IMPORTANTE VITTORIA DEL CODACONS DI SALA CONSILINA SULLA CONSAC Gestioni Idriche S. p. A.: UN CASO EMBLEMATICO, CHE INDICA UN CERTO ATTEGGIAMENTO DI QUESTA DITTA DI GESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO
 
La storia è questa. Nel Settembre del 2004 la signora M. S. perde il suo amato congiunto. A suo marito era intestato il contratto del servizio idrico, per sottoscrivere il quale era stato già versato un anticipo di consumo negli anni ’70, per un importo di circa 16.000 Lit. Dopo non molto tempo il CONSAC scrive alla signora, chiedendole di sottoscrivere un nuovo contratto per voltura di quello del marito, pretendendo anche il versamento di un nuovo anticipo di consumo di 50 EUR. Nella lettera indirizzata alla signora si faceva riferimento al defunto con un pronome personale inappropriato, lo stesso che si usa per le cose inanimate. La signora risponde, indirizzando la sua risposta, per conoscenza, anche al Presidente del CONSAC, chiedendo che le venissero porte le dovute scuse, ribadendo fermamente che l’anticipo di consumo non era dovuto, in quanto già versato. Chiede, infine, di avere copia della carta dei servizi.
 
La CONSAC porge le sue scuse per l’uso scorretto della grammatica, spedisce la carta dei servizi, ma ribadisce che l’anticipo di consumo che il marito della signora ha già versato sarà decurtato dai 50 UER, cosicché la signora M. S. dovrà semplicemente versare 44.40 EUR al momento della voltura del contratto. Ma la battagliera signora non si dà per vinta e risponde: nella vostra carta dei servizi, all’art. 47, è prevista la successione al contratto senza alcun onere cauzionale aggiuntivo. Aggiunge che, comunque, la CONSAC non ha calcolato, nel computo della detrazione, la rivalutazione della somma versata dal marito e gli interessi su di essa.
 
La CONSAC non si dà per vinta e, nonostante le convincenti ragioni della signora, fondate sulla stessa carta dei servizi della ditta, insiste nel fatto che la signora M. S. deve versare l’anticipo di consumo, nell’ammontare di 44.40 EUR.
 
La signora provvede a trasmettere, cocciutamente, tutti i suoi dati, insistendo nella “successione” (art. 47 carta dei servizi) al contratto, giustamente affermando che non era necessaria una “voltura” con versamento di anticipo di consumo (art. 48 della stessa carta dei servizi).
 
Ma la CONSAC che fa? Manda una costituzione in mora alla signora, con minaccia di distacco del servizio idrico, nel caso non avesse pagato l’anticipo di consumo. Bellissimo esempio di corretto comportamento e di mercificazione del bene primario ACQUA! A questo punto la signora M. S. si è rivolta al CODACONS di Sala Consilina per far ricorso al Giudice di Pace contro la CONSAC. Risultato (sentenza del G. di P. di Sala Consilina 437/08): la CONSAC è stata condannata alle spese legali e ha dovuto apprendere, anche dal Giudice di Pace, che “appare del tutto illegittima la pretesa cauzionale avanzata”.
 
Sapete certamente chi è il vero “deus ex machina” di questa ditta, una volta consorzio. Come nei film di Henry Potter, non pronunceremo il suo nome, non per timore di querele, ma solo per evitare che molti amministratori locali del Vallo si genuflettano fino a toccare il suolo col mento nel leggere di Lui in queste righe. Mediteremo, tuttavia, sull’accaduto. Il sottoscritto sta già cercando di meditare su questi fatti. E nel mentre Vasco Rossi, in sottofondo, canta una sua canzone: “…sì, stupendo, mi viene il vomito, è più forte di me…”. 
Dott. Roberto De Luca
Sede CODACONS di Sala Consilina



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro