Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 23 Aprile
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Un manto tutto díoro per San Cono in processione


04-06-2008

A migliaia i fedeli ieri a Teggiano per la festa patronale di San Cono, segnata, quest'anno, dalla novità del vestito interamente ricamato in oro zecchino indossato dalla statua. Ed è stato proprio il preziosissimo abito ad attrarre maggiormente l'attezione e l'interesse dell'immensa folla di devoti. Sui loro volti si leggeva la gioia di partecipare ad un evento religioso davvero unico. Quel vestito, in seta di San Leucio, luccicante di oro e consacrato dalla benedizione impartita dall'arcivescovo emerito di Capua, Luigi Diligenza, dal vescovo della diocesi di Teggiano-Policastro, Angelo Spinillo, e dal giovane parroco, don Giuseppe Puppo, conferiva alla statua di San Cono un aspetto celestiale. Enorme il suo valore economico (si parla di migliaia di euro: oltre che di ricami in oro è ornato di pietre preziose), incalcolabile quello religioso ed affettivo. Proprio per questo si è deciso che la statua lo indossi soltanto una volta all'anno, nel giorno, appunto, di San Cono. Quindi verrà custodito in un luogo sicuro e segreto, e la statua indosserà quello solito, in bianco e nero, confezionato negli Anni Settanta del secolo scorso. Ma di chi è stata l'idea di questo preziosissimo abito? A pensarla sono stati per primi Cono Di Sarli ed il giovanissimo parroco, don Giuseppe Puppo, a Teggiano da soli due anni, entrambi ai vertici del Comitato Festa. «La nostra idea, per la verità, è stata subito condivisa da tutti, ed è diventata realtà, grazie alla bravura e alla disponibilità del sarto Pietro Carucci di Olevano, con il quale ha collaborato, per i ricami, il teggianese Mino De Paola» spiega don Giuseppe, che aggiunge: «Quest'anno proprio per il nuovo abito di San Cono, alla cui realizzazione hanno concorso economicamente le comunità dell'intera diocesi dianense, abbiamo celebrato il Novenario (ovvero i nove giorni di preghiera in vista della festa) con tutti i parroci della diocesi, di cui, peraltro, San Cono, è il patrono».

tratto da: www.ilmattino.it
Giuseppe Lapadula



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro