Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 28 Giugno
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Montesano: Fiamme nel materassificio, le operaie asfissiate da veleni


25-05-2008

Padula. Ancor prima che le fiamme, furono le concentrazioni di cianuro, benzene e carbossiemoglobina a causare la morte, in pochi minuti, delle due operaie Giovanna Curcio, 17 anni non ancora compiuti di Casalbuono, e Annamaria Mercadante, 45 anni di Padula, al materassificio ”Bimaltex” di Montesano sulla Marcellana, andato a fuoco il 5 luglio 2006. È quanto risulta dalla relazione del medico legale, Luigi Mastrangelo, che eseguì l'autopsia sui corpi delle due sfortunate operaie. Fu, dunque, un mix micidiale di esalazioni di sostanze velenose, sprigionatesi subito dopo che divamparono le fiamme, a spezzare le vite di Giovanna ed Annamaria. Ciò è stato confermato anche dalla tossicologa e ricercatrice universitaria, Paola Cassandro, nella prima della serie di udienze conclusive (le prossime due sono state fissate per il 9 e 16 giugno) del processo, presso il tribunale di Sala Consilina, a carico del titolare della Bimaltex, l'imprenditore calabrese, Biagio Maceri. Le sostanze velenose che uccisero le due operaie portano subito alla morte. Peraltro, in caso di incendio, raggiungono i polmoni molto prima dei fumi. Una di esse, l'acido cianidrico, sottolinea il dottor Mastrangelo, viene usata negli Stati Uniti per eseguire le condanne capitali e porta al decesso rapidissimo. E che, ad uccidere Giovanna Curcio ed Annamaria Mercadante sia stato proprio quel micidiale mix di veleni, lo dimostra anche il fatto che, in sede di autopsia, nelle vie repiratorie delle due vittime non fu trovata traccia alcuna di fumo. Il che significa che esse erano già morte quando i fumi delle fiamme invasero il bagno nel quale avevano inutilmente cercato rifugio per salvarsi. Intanto c'è molta attesa per le prossime udienze che, come già detto, il giudice, Paola Lombardi, ha programmato per il 9 e 16 giugno prossimi.

tratto da: www.ilmattino.it



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro