Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 25 Luglio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



VALLO DI DIANO: TERRA "BRUCIATA".....


10-03-2008

CODACONS CAMPANIA ONLUS
 
TERRA BRUCIATA. QUANDO NULLA E’ PIU’ SICURO, NEMMENO LE LEGGI… DELLA NATURA
 
SUCCEDE ANCHE NEL VALLO DI DIANO, COME IN ALTRE PARTI DELLA CAMPANIA. ROGHI DI SPAZZATURA ACCUMULATA CHE SI SVILUPPANO ANCHE IN GIORNATE DI PIOGGIA
 
In un sito interessato dalla bonifica, in quanto in passato destinato a discarica di rifiuti solidi urbani, proprio sul perimetro del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, in territorio di Monte San Giacomo, si è sviluppato inspiegabilmente un incendio sabato 8 Marzo 2008 sul far della sera. Sono accorsi i Vigili del Fuoco, avvisati dal consigliere comunale Romano Saverio, per spegnere il rogo in cui bruciavano sacchetti di immondizia ed ingombranti di vario genere.
 
La cosa che non riusciamo a spiegarci è perché tanta immondizia stesse sparsa per terra, proprio in un sito interessato da opere di bonifica, che costano non pochi soldi ai contribuenti italiani. Il sito era recintato e perfettamente chiuso a chiave, tanto che, ci hanno riferito, i Vigili del Fuoco hanno dovuto utilizzare le scale per superare la rete di protezione, per poi operare lo spegnimento delle fiamme. Eppure la pioggia era caduta in abbondanza nei giorni e nelle ore precedenti. Pur tuttavia, il fuoco, dal quale si innalzava una grande colonna di fumo scuro dall’odore nauseabondo, visibile a distanza, si sviluppava in modo uniforme su di un cerchio di circa 30 metri quadrati. Appena avvisati dal consigliere comunale Romano Saverio, che aveva già chiamato i Carabinieri di Sassano, ci siamo recati, con alcuni membri del Comitato “18 Agosto 2006”, sul luogo. Al nostro arrivo abbiamo trovato un militare dell’Arma dei Carabinieri e abbiamo dovuto, per la seconda volta nella stessa giornata, toccare con mano un’altra triste realtà: un rogo di dimensioni notevoli di spazzatura.
 
Le cose da spiegare in questa vicenda non sono poche. Innanzitutto, perché, in un sito interessato da bonifica, si trovino dei rifiuti solidi urbani (immondizia tal quale) per terra. Eppure, per effettuare una bonifica si spendono molti soldi dei contribuenti italiani, così come abbiamo avuto modo di vedere nella puntata di REPORT di domenica 9 Marzo 2008.
 
Perché, poi, nonostante la pioggia e nonostante il sito sia chiuso, ben recintato e quindi inaccessibile, si sviluppano incendi di rifiuti, che danneggiano non solo il suolo, ma anche il sottosuolo e l’atmosfera?
 
Le forze investigative sono all’opera. Speriamo, allora, che qualcuno sveli i misteri che si celano dietro quest’altra triste vicenda consumata a ridosso del perimetro del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, poco ore dopo lo scempio del fiume Cavarelli a Sassano. Auguriamo alle forze dell’ordine buon lavoro. A noi auguriamo di poter sapere come vengono utilizzati i soldi delle bonifiche dei siti contaminati, anche se, in merito, abbiamo già appreso qualcosa dalla brava giornalista Milena Gabanelli proprio il giorno successivo nella trasmissione televisiva REPORT.
 
Il Responsabile della Sede
dott. Roberto De Luca



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro