Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 17 Ottobre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Sospensione del servizio di igiene urbana del comune di San Rufo


07-03-2008

Si discuterà il prossimo 20 marzo dinanzi al TAR, sezione di Salerno, il ricorso avverso la sospensione della gestione del servizio di igiene urbana attuata dal Comune di San Rufo nei confronti del Consorzio Rifiuti Bacino SA 3 . L’ente consortile, con sede a San Rufo, ritiene illegittima la scelta di interrompere il servizio in virtù di tutta una serie di motivazioni confortate da chiare disposizioni di legge.
In particolare l’ente consortile dovrà continuare a gestire il servizio di raccolta rifiuti del comune di San Rufo in quanto: il Consorzio, tramite la Ergon Spa (società mista partecipata del medesimo consorzio), gestisce detto servizio in virtù di una convenzione del 31.05.2002 di durata quinquennale; nel corso del contratto il Consorzio ha ridotto anche i costi annui del servizio a seguito del ricalcolo del costo di manodopera ed anche a seguito di richiesta dello stesso comune di San Rufo di un contenimento dei costi dello stesso servizio. Malgrado tutto ciò il comune di San Rufo ha disposto il diniego del rinnovo della convenzione alla scadenza della stessa convenzione fissata per il 31.12.2007. Il comune di San Rufo non poteva sospendere il rapporto di gestione dei servizi con il Consorzio in quanto, come espressamente disposto dalle vigenti normative, sino alla istituzione degli ATO le gestioni esistenti devono essere tenute in essere, fermo restando per l’ente locale il diritto di negoziare il corrispettivo previsto in convenzione. Nell’attuale regime emergenziale, inoltre, un’apposita ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri (3564/07 art 5) sancisce l’obbligo di avvalersi dei Consorzi di Bacino per la gestione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti.
“E’ una situazione incresciosa, sottolinea il vice presidente del Consorzio SA3, Giuseppe Marmo, verificatasi proprio con il comune di San Rufo, socio fondatore del nostro ente e nel cui territorio ricade la nostra sede consortile. Comunque non capiamo tale atteggiamento alquanto ostile. Abbiamo, tra l’altro, proposto nuove soluzioni per abbattere i costi di gestione del servizio. Ma a nulla sono valsi i numerosi incontri. Siamo, intanto, fiduciosi sull’esito positivo nei nostri confronti del giudizio del TAR”.
Intanto continua l’iter procedurale di adesione dei comuni del Bacino Sa3 al Piano Industriale, relativo all’attuazione del Servizio Integrato di Gestione Rifiuti Consortili. Come previsto dalle vigenti norme in materia, il Piano dovrà essere approvato dai comuni entro il prossimo 11 marzo ed attuato, invece, entro i 60 giorni successivi all’approvazione stessa pena il commissariamento, per quanto concerne la gestione dei rifiuti, dei comuni che non procederanno alla relativa attuazione.
Per la cronaca va detto che il Consorzio Rifiuti Bacino SA3 ha competenza su 45 comuni (Alburni, Bussento, Alto e Medio Sele, Tanagro e Vallo di Diano) che contano una popolazione di oltre 130 mila abitanti.



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro