Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Sabato, 29 Febbraio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



SUCCEDE ALLíASL SA/3: IL PAZIENTE PORTATO AL PRONTO SOCCORSO E NON RICOVERATO DEVE PAGARE IL TICKET DI VENTICINQUE EURO


03-03-2008

SUCCEDE ALL’ASL SA/3: LA CONDIZIONE DI UN PAZIENTE CON DOLORE AL PETTO, PORTATO AL PRONTO SOCCORSO DI POLLA DI NOTTE, VIENE CODIFICATA COME “CODICE BIANCO”
 
 AL PAZIENTE VENGONO CHIESTI VENTICINQUE EURO PER IL PAGAMENTO TICKET TRAMITE RACCOMANDATA
 
E’ un fatto realmente accaduto, non un incubo notturno. Un paziente viene portato al Pronto Soccorso Ospedaliero di Polla alle ore 3:15 circa del mattino, avvertendo forti dolori al petto. Dopo non molto tempo, per fortuna, viene dimesso.
 
Passa del tempo e questo paziente si vede recapitare a casa una raccomandata per il pagamento del ticket ai sensi della lettera p) comma 796, art. 1 della legge 27.12.2007, n. 296”.
 
In questa missiva si spiegava che “la legge in oggetto, finanziaria 2007, ha stabilito che le prestazioni erogate in regime di pronto soccorso ospedaliero non seguite da ricovero, la cui condizione è codificata come codice bianco, ad eccezione di quelle inerenti a traumatismi ed avvelenamenti acuti o degli assistiti esenti, sono soggette alla quota fissa di 25.00 Eur”.
 
La missiva ha lasciato di stucco il nostro paziente, che si è visto codificare la sua condizione come “codice bianco”. Allora chiediamo all’ASL SA/3, di cui possiamo ben comprendere la necessità di cassa, alla luce di quanto di recente riportato dalla stampa, se sia proprio vero che le condizioni di un paziente, che viene portato al pronto soccorso all’alba per “dolore puntorio in sede mammaria destra”, sia proprio da “codice bianco” o, invece, di altro colore. Le verifiche amministrative sono state effettuate con dovuto scrupolo prima di chiedere i soldini ai pazienti?
 
Ecco, noi possiamo solamente esprimere le nostre perplessità circa questa vicenda e chiedere che si verifichino daccapo tutte le situazioni simili. Se verrà trovato che a qualche paziente siano stati ingiustamente chiesti dei denari (di questi tempi!) pretendiamo che si porgano pubblicamente le scuse a queste persone e venga loro concesso immediatamente un adeguato rimborso.
 
Intanto, gli organi preposti al controllo potrebbero anche cominciare una verifica di quanto da noi riportato. Di questi tempi si capisce quanto sia importante tenere gli occhi ben aperti, tutti; se necessario, in questi periodi difficili, è anche opportuno svegliare qualche istituzione dormiente da fin troppo tempo.  
 
 
Il Responsabile della Sede CODACONS
dott. Roberto De Luca



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro