Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 10 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Polla riscopre le antiche grotte


27-10-2004

Polla. Le Grotte di Polla, dopo anni di isolamento, diventano nuovamente oggetto di studio con lo scopo di realizzare a breve un percorso turistico e scientifico. Per la prima volta dopo mezzo secolo un gruppo di speleologi e archeologi dell'Università di Bari è sceso a 50 metri nelle viscere della terra. Il gruppo guidato dal dottor Felice La Torre, ha esplorato le grotte pollesi per valutarne l'importanza storica. E' stata inoltre verificata la possibilità di aprire alcuni percorsi, rendendoli fruibili al pubblico. A sollecitare un approfondimento scientifico sul valore delle grotte è stato il sindaco, Massimo Loviso, che, insieme alla consigliera delegata al turismo, Tiziana Medici, ha accompagnato il gruppo di speleologi durante la prima fase dell'esecursione. La discesa fatta qualche giorno fa nelle grotte è stata solo la prima di altre che nei prossimi mesi si succederanno, secondo un preciso progetto che dovrebbe portare da un lato allo studio dei reperti archeologici ritrovati (vasi, scheletri, cocci), dall'altro a creare un primo percorso dedicato al turismo speleologico. Gli esperti dell'Ateneo barese al momento hanno escluso un collegamento tra le grotte di Polla e quelle di Pertosa, che anticamente si riteneva comunicanti fra loro. Ma una prima valutazione fatta da La Torre evidenzia che le cavità hanno un valore straordinario in quanto ricche di segni che dimostrano come le grotte avessero anche la funzione di sepolcreto. Le aperture nella roccia risalgono all'età del bronzo. Su di esse esiste già una documentazione fatta negli anni Cinquanta in seguito alle prime esplorazioni, oggi conservata all'Università di Bologna. All'ingresso esiste un cunicolo stretto che, una volta superato, rivela una serie di sale distribuite su un percorso di 900 metri e una profondità di 70 metri. Una delle sale è grande quanto un campo sportivo, 120 metri di lunghezza per 30 di altezza. Il percorso al momento è caratterizzato da fango duro. Esiste inoltre una buona ventilazione. Auspicabile sarebbe per il Vallo di Daino una rete delle grotte visto che oltre a Pertosa, anche a Sassano e a Monte San Giacomo esistono cavità di interesse archeologico.

Fonte: La Citta di Salerno



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro