Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 11 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Rifiuti, Coppola si difende «Nessun traffico illegale»


24-11-2007

Polla. Il giorno dopo l'arresto dei due fratelli Antonio e Gerardo Coppola, rispettivamente di 49 e 41 anni, disposto dalla Procura della Repubblica di Castrovillari per associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti speciali viene vissuto con molta incredulità a Polla. Qui tutti conoscono la famiglia Coppola come un gruppo di persone laboriose e che hanno sfruttato soltanto il loro lavoro per cercare di andare avanti e farsi anche una posizione. Una famiglia che ha subito proprio alcuni giorni fa una vicenda molto triste, per la perdita di un loro congiunto, Massimo Coppola di appena 22 anni, deceduto nel corso di un gravissimo incidente stradale mentre si trovava a bordo della sua motocicletta, a pochi passi dalla sua abitazione. Qualche anno fa, invece, altri due parenti dei due indagati perirono nel corsi dello scoppio di una fabbrica di fuochi pirotecnici ubicata a Teggiano. I due fratelli, assieme ad altre due persone di Castrovillari, Salvatore Capasso di 38 anni e Attilio Argentano di 46 anni, sono stati arrestati nell'ambito dell'operazione "Matrix" su ordine di custodia cautelare eseguito dai carabinieri di Castrovillari e dai loro colleghi di Sala Consilina. Secondo gli inquirenti, l'organizzazione, dal 2001, avrebbe trasferito 25 mila tonnellate di rifiuti speciali, ottenendo guadagni illeciti per decine di milioni di euro. In paese, però, tutti stentano a pensare ai due fratelli come persone capaci di fare del male a nessuno e né tantomeno di mettere in campo azioni illecite. «Intanto diciamo chiaramente che, contrariamente a quanto alcuni giornali hanno scritto, le persone coinvolte nella vicenda non hanno mai trattato né rifiuti tossici e né avuto mai a che fare con mafia e camorra- dice l'avvocato difensore di Antonio Coppola, unico tra i quattro arrestati ad essere detenuto in carcere, in quanto per tutti gli altri sono stati disposti gli arresti domiciliari- Ho avuto già modo di parlare con il mio assistito il quale è sereno e tranquillo, fiducioso nell'operato della magistratura. Lunedì prossimo, giorno fissato dal giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Sala Consilina dottoressa Morrone, il mio assistito risponderà a tutte le domande che gli saranno rivolte, non avendo assolutamente nulla da temere. Sono convinto, pertanto- ha continuato l'avvocato Capozzolo- della sua totale estraneità ai fatti contestati e che nella giornata stessa di lunedì sarà rimesso in libertà. Tengo comunque a precisare- ha concluso l'avvocato di fiducia di Antonio Coppola- che la vicenda è stata tremendamente ingigantita dai media. Il mio cliente è in possesso di tutte le autorizzazioni per il trasporto di materiale ferroso e la sua azienda, la Metalfer, è una delle poche, su tutto il territorio regionale ad essere perfettamente in regola per la raccolta ed il trasporto di materiale ferroso». Sintonizzato sulla stessa lunghezza d'onda è anche l'avvocato Sebastiano Tanzola, legale di fiducia del fratello di Antonio, Gerardo Coppola. «Condivido in pieno la linea difensiva del mio collega Capozzolo - ha detto l'avvocato Tanzola- dichiarandomi estremamente fiducioso sull'esito positivo di questa vicenda. Ci troviamo di fronte a persone serie che hanno fatto del lavoro la loro unica filosofia di vita, senza mai infrangere la legge». Intanto nessuno, fra i consiglieri comunali, ha voluto rilasciare dichiarazioni. Neanche il sindaco Massimo Loviso. Antonio Coppola, infatti, consigliere di minoranza di Forza Italia al comune di Polla. ro.co.

tratto da: www.radioalfa.it



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro