Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 23 Gennaio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Basta con le morti Bianche: l'ass. Cariello chiede ispezioni e fa appello al senso civico


29-10-2007

 

“BASTA CON LE MORTI BIANCHE”

L’ASSESSORE CARIELLO CHIEDE ISPEZIONI E FA APPELLO AL SENSO CIVICO

 

“Non è possibile assistere ancora oggi, nonostante le nuove direttive ministeriali, ad una palese illegalità nel mercato del lavoro. Operai che lavorano senza alcuna protezione, come nel cantiere presente allo svincolo autostradale di Eboli, o donne che perdono la vita in quanto schiave di imprenditori senza scrupoli, come nel caso del tragico episodio di circa un anno fa nel comune di Montesano sulla Marcellana, sono casi non rari che riflettono purtroppo una condizione dilagante in cui versano migliaia di lavoratori in Campania”. Duro l’attacco dell’assessore al Lavoro della Provincia di Salerno contro una “non cultura” della sicurezza, diventata imperante nel Paese e che quotidianamente va ad alimentare il fenomeno delle “morti bianche”. Non è stata casuale, infatti, la scelta della sede in cui organizzare il secondo workshop “Lavoro sicuro: informare, tutelare e sviluppare”, previsto nell’ambito della campagna “Avanti c’è posto”, promossa dall’assessorato su progetto della giunta Villani. L’appuntamento si è svolto, infatti, questa mattina presso l’istituto scolastico I^ circolo a Sala Consilina in presenza di nutrito pubblico di studenti.

 

Ieri mattina allo stesso tavolo istituzioni, organizzazioni sindacali e di categoria, insieme per porre l’accento su una delle piaghe del vivere moderno. “È vergognoso- ha esordito l’assessore Massimo Cariello- che oggi seppur esista una normativa tra le più avanzate di Europa di fatto manca una cultura della prevenzione e della sicurezza”. A fare eco le parole di Franco Tavella, segretario provinciale Cgil: “nel Sud assistiamo ad una vera e propria barbarie, si muore più nei luoghi di lavoro che nelle missioni all’estero”. La denuncia è di una “grande distrazione generale della società civile. La sicurezza non deve essere vissuta come una mera applicazione di un articolo di legge, bisogna recuperare il senso civico”.

 

A fronte di palesi irregolarità, soprattutto nei cantieri edili, denunciate dai sindacati, le riflessioni di Pio Pastena, vicepresidente di Confindustria Salerno, e di Antonio Lombardi, presidente ANCE Salerno, concordi nel sostenere che “la lotta alle morti bianche è una vera e propria battaglia da vincere. Nel solo settore edile ci sono stati ben 151 morti solo nei primi mesi del 2007”. Lombardi ha aggiunto: “Dobbiamo sburocratizzare i piani sulla sicurezza. Oggi in Italia esiste un vero e proprio caos normativo”. A confrontarsi sul tema, nel dibattito aperto dal saluto del sindaco Gaetano Ferrari, anche Luigi Giordano, presidente della X commissione consiliare della Provincia di Salerno; Pietro Ciotti, segretario della Cisl Salerno; Luigi Ciancio, segretario della Feneal Uil Salerno; oltre a numerosi rappresentanti delle istituzioni locali.

 

Alla Provincia si è chiesto di lavorare ad un protocollo d’intesa, che miri a monitorare le cause degli incidenti sul lavoro e che preveda l’esclusione dagli appalti pubblici di aziende con gravi colpevolezze in merito, nonché all’organizzazione di momenti tesi alla sensibilizzazione collettiva in merito al triste fenomeno delle “morti bianche”. Proposte queste che sono state recepite dall’assessore Massimo Cariello, sulla scorta di un’importante considerazione: la “garanzia di sicurezza è condizione di civiltà e giustizia”.

 
 
www.lavoro.salerno.it



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro