Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Domenica, 28 Maggio
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Forum degli industriali in Certosa. Presente anche Bassolino


17-10-2004

Industriali a Bassolino: «Spendi meglio»
Al ''Forum sulle aree interne'' scontro sui fondi per il turismo
A Padula anche Prete Villani, Strianese e Morrone della Cgil

di Salvatore Medici


Padula. Forum degli imprenditori ieri alla Certosa su ''Sviluppo economico e industriale delle aree interne''. E' stata l'occasione per un confronto tra i rappresentanti degli industriali salernitani e il presidente della Regione, Antonio Bassolino. C'erano infatti il presidente di Assindustria, Andrea Prete, Augusto Strianese, presidente Camera di Commercio, Fausto Morrone, segretario provinciale Cgil, oltre al presidente della Provincia, Angelo Villani. Andrea Prete ha chiesto di rimodulare le risorse economiche destinate alle aree interne e all'intera provincia salernitana, affiancando ad agricoltura e turismo lo sviluppo delle imprese industriali e commerciali, e delle infrastrutture in termini di trasporto. Il presidente della Giunta regionale, Antonio Bassolino, ha ribadito la necessità di puntare sul turismo e sulle tipicità delle aree interne, che restano la grande sfida del Mezzogiorno e pone innanzi i 3.000 miliardi di lire che in questo momento si stanno investendo nel Salernitano, la più grossa quantità di danaro dagli anni '70 in poi. Ma ha accettato la sfida delle infrastrutture nelle aree interne, annunciando a breve i risultati dello studio di fattibilità sulla strada ferrata Sicignano-Lagonegro, proponendo l'aeroporto di Pontecagnano inserito in rete con quello di Napoli, lanciando l'alta velocità fino a Reggio Calabria e assicurando il rafforzamento delle vie del mare come raccordo con le colline e le montagne. «Bisogna puntare sulla componente istituzionale e la collaborazione tra le forze sociali, attraverso la fiducia, valore immateriale, unico capace di superare le difficoltà». Il forum è stato dunque ricco di spunti e di considerazioni. Prete nella sua relazione ha messo in dubbio una vocazione delle aree interne sul turismo e la cultura. «Questa convinzione è tutta da verificare. Gli strumenti di finanziamento sono centrati sullo sviluppo rurale e sul turismo ma la Certosa di Padula non ha un mercato turistico confrontabile con gli altri grandi attrattori. Senza contare poi i vincoli imposti dal Parco nazionale». La proposta è rimodulare i finanziamenti ma imporre un nuovo modo di fare che ha bloccato gli stessi i Pip, considerati troppo numerosi e incentivare agricoltura e turismo grazie sopratutto alle infrastrutture. Angelo Villani, ribadendo la necessità della qualità e della tipicità ha però insistito sulla creazione di una cabina di regia per far sì che i fondi siano spesi al meglio, mentre ha evidenziato che sia gli amministratori che gli imprenditori devono cambiare mentalità, rinunciando ad interventi di facciata. E se Strianese ha posto l'accento sulla necessità di rilanciare il Mezzogiorno tra Europa e Mediterraneo con le piccole imprese, e Fausto Morrone ha richiamato all'unità tra Salerno e Napoli, accettando l'idea della cabina di regia per spendere meglio i soldi, Bassolino ha posto la sfida di avvicinare territori lontani come Padula e di equilibrare le differenze.

LE PROTESTE DEGI IMPRENDITORI LOCALI

L'Associazione imprenditori Vallo di Diano, dopo l'incontro di Padula organizzato dall'Assindustria di Salerno, denuncia il mancato invito agli operatori associati del territorio, unici a conoscere e a vivere quotidianamente le difficoltà del territorio. «Mi sono trovato di fronte allo stupore dei nostri associati per non essere state invitati a discutere di argomenti così rilevanti per il futuro del territorio Ð spiega il presidente, Valentino Di Brizzi Ð non abbiamo compreso l'obiettivo della manifestazione. Di certo non è servita a raccogliere la volontà delle imprese del Vallo di Diano e del Bussento, ma forse non era neppure questo il fine. Il nostro territorio non è affatto una terra di conquista, ma deve partecipare attivamente alle programmazioni che ne segneranno il futuro. Se si vuole perseguire il fine di abbattere gli ostacoli allo sviluppo e di favorire la crescita socio-economica e culturale del territorio, si deve pensare a coinvolgere le parti in causa».

Fonte: La Citta di Salerno



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro