Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Mercoledì, 23 Agosto
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Bacino SA3 chiede l'immediato dissequestro della discarica di Polla per evitare rischi ambientali


05-01-2007

EMERGENZA DISCARICA DI POLLA

 IL CONSORZIO BACINO SA 3 CHIEDE L’IMMEDIATO DISSEQUESTRO

PER EVITARE RISCHI AMBIENTALI

Il Consorzio Bacino Sa3, quale gestore della discarica consortile “Costa Cucchiara”, sita nel territorio comunale di Polla, ne chiede il dissequestro immediato  al fine di poter procedere con il progetto di bonifica e quindi di realizzazione di lavori di messa in sicurezza e di sistemazione finale del sito. Come si ricorderà la discarica di “Costa Cucchiara”, in data 20 settembre 2005, fu sottoposta a provvedimento di sequestro giudiziario disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sala Consilina. Tale provvedimento impedisce tuttora il normale iter burocratico del progetto di bonifica. I tecnici infatti sono impossibilitati ad effettuare le verifiche necessarie anche al fine di ottenere l'effettiva concessione del  finanziamento per la realizzazione della bonifica della suddetta discarica attraverso la misura 1.7 dei fondi P.O.R. Campania 2000/2006 essendo, oltretutto, già  stata rilevata la coerenza della proposta progettuale.

Va peraltro detto che il rallentamento del progetto di bonifica di “Costa Cucchiara” causa evidenti danni patrimoniali al Consorzio Sa3 e determina un aggravio di spese anche per i cittadini dei 45 comuni consorziati. Al riguardo basta sottolineare che vengono spesi oltre 400.000 euro all’anno per il solo trasporto e smaltimento del percolato prodotto nella discarica stessa. L’Ente consortile di Camerino di San Rufo, in mancanza di una data certa, e non più procrastinabile, sulla chiusura del procedimento e sull’avvio dei lavori di messa in sicurezza e di sistemazione finale del sito, sarà costretto, non potendo più attingere risorse economiche se non attraverso la sospensione del pagamento degli stipendi al personale, a interrompere tutte le operazioni per l’emungimento e lo smaltimento del percolato, cosa che, fra l’altro, comporterebbe evidenti danni ambientali. 

Il Direttore Generale del Bacino Sa3, Domenico Abatemarco, sottolinea che: “mi sento obbligato sia dal punto di vista deontologico per le mansioni che svolgo, sia sotto il profilo legislativo e soprattutto morale, a denunciare la grave situazione della discarica di Polla. Mi appello perciò alla sensibilità e al dovere civico delle competenti istituzioni al fine di porre in essere un intervento risolutivo al fine di scongiurare ogni tipo di rischio all’ambiente e, quindi, eventuali danni alla salute dei cittadini.”

Il Consorzio Bacino Sa3 ha, sulla vicenda,  inviato una dettagliata nota tecnico-informativa al Commissario delegato Emergenza Rifiuti in Campania, dr. Guido Bertolaso, al Prefetto di Salerno, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sala Consilina e alla Procura Regionale della Corte dei Conti.




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro