Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 18 Agosto
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Ass. Nazionale Comuni dei Parchi: incontro a M. di Camerota


19-09-2004

L’Associazione nazionale dei Comuni dei Parchi si ritrova a Marina di Camerota (SA), nel Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, per la prima assemblea generale e il convegno nazionale sul ruolo e le funzioni degli Enti locali nelle aree protette. Tra i partecipanti il governatore della Campania Antonio Bassolino, il presidente dell’Anci Leonardo Domenici e i primi firmatari della legge in favore dei Piccoli Comuni, gli onorevoli Italo Bocchino ed Ermete Realacci.

L’Italia dei Comuni Verdi si da appuntamento sulle coste meridionali salernitana del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano per la prima assemblea generale dell’Associazione dei Comuni dei Parchi e per confrontarsi sul ruolo e le funzioni degli Enti locali nelle aree protette.

Quattro giorni, in programma dal 27 al 30 settembre prossimo presso la struttura turistica Happy Village di Marina di Camerota, durante i quali, oltre ai due principali appuntamenti istituzionali che forniranno importanti spunti di riflessione, in agenda sono stati inseriti anche dei momenti escursionistici per far toccare con mano agli ospiti in arrivo da ogni angolo della Penisola alcuni peculiarità ambientali e scorci caratteristici che hanno contribuito all’inserimento dell’area protetta cilentana nella lista dei siti patrimonio mondiale dell’umanità.

L’Assemblea generale

Martedì 28 settembre, alle ore 16.30, l’Associazione terrà la sua prima assemblea generale dopo i precedenti appuntamenti di fine giugno 2003 a Norcia, dove il neonato organismo associativo ha mosso i primi passi, e quello di dicembre scorso ad Iglesias, in Sardegna, dove è stato siglato l’atto costitutivo notarile.

Tra gli argomenti in discussione l’approvazione del bilancio, e l’approvazione del logo per il quale l’Associazione ha bandito un concorso di idee nazionali. A Marina di Camerota anche la cerimonia di premiazione dei primi tre elaborati scelti da una giuria composta dal presidente dell’Associazione nonché presidente della Comunità del Parco dell’Aspromonte Michele Galimi, dal presidente del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano Giuseppe Tarallo, dal presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte Antonio Perna, dal presidente dell’Associazione Pozzo Sella per il Parco Geominerario di Iglesias Gianpiero Pinna, dal vice presidente di Slow Food Vito Puglia e dall’architetta umbra Claudia Salimbeni. Agli autori dei loghi prescelti saranno assegnati dei premi per 1.600 (al 1°), 600 (2°) e 300 (3°) euro.

Sul tavolo della discussione anche il rinnovo del direttivo provvisorio composto dal sindaco di Cinquefrondi (RC) Michele Galimi e di Pisciotta (SA) Aniello Mautone, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Associazione, e dai sindaci di Canolo (RC) Silvio Larosa, di Norcia (PG) Alberto Naticchioni, di Montefortino(AP) Domenico Ciaffaoni, di Vernazza (SP) Gerolamo Leonardini, di Villamassargia (CA) Walter Secci, di La Maddalena (SS) Luigi Beltami, di San Costantino Albanese (PZ) Sandro Berardone, di San Donato di Ninea (CS) Pasquale Esposito, di Castiglione di Sicilia (CT) Angelo Scuderi, di S. Marco d’Alunzio (ME) Adelina Monaci, di Amatrice (RI) Antonio Fontanella, di Giffoni Sei Casali (SA) Alfonso Plaitano, e dai rappresentanti del comune di Celle di Bulgheria (SA) Gino Marotta e della Comunità Montana Agordina Ongaro Rizieri.

La riunione servirà inoltre a stilare il documento politico che verrà illustrato nel corso del convegno del giorno dopo.
“Dall’assemblea di Marina di Camerota, dovrà uscire una piattaforma programmatica capace di interpretare e sostenere le tante istanze che provengono dal sistema Parchi Italia inteso nella sua globalità nazionale e regionalespiega il presidente dell’Associazione Michele Galimi-.. L’obiettivo dell’associazione è quella di operare in stretta collaborazione con l’Anci, FederParchi e Uncem, per rafforzare gli scopi e i motivi della nostra costituzione e ottenere i risultati auspicati.”

All’assemblea, che sarà aperta dai saluti del sindaci di Camerota Antonio Troccoli e dal presidente del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano Giuseppe Tarallo, è prevista la presenza del presidente dell’Anci Leonardo Domenici, del vice presidente nazionale dell’Uncem Lucio Cangini, del presidente del Parco nazionale dell’Aspromonte Antonio Perna, dell’assessore all’Ambiente della provincia di Salerno Angelo Paladino, e di Gennaro Mucciolo e Antonio Valiante, rispettivamente vice presidenti del consiglio e della giunta regionale della Campania.

Convegno nazionale: “Il ruolo e le funzioni degli Enti locali nelle aree naturali protette.

Mercoledì 29 settembre, alle ore 16.30, è in programma un confronto a più voci sul ruolo e sulle funzioni degli Enti locali nelle aree naturali protette. Oltre ai saluti del sindaco di Camerota, del presidente della Comunità Montana Lambro e Mingardo Domenico Serra e del presidente della Comunità del Parco nazionale del Cilento e del Vallo di Diano Gino Marotta, tra i relatori che prenderanno parte al dibattito, vi saranno il direttore del Servizio Conservazione della Natura presso il Ministero dell’Ambiente Aldo Cosentino, il responsabile dello Staff di presidenza della regione Campania Maurizio Fraissinet, il vice presidente dell’Aidap (Associazione italiana direttori aree protette) Domenico Nicoletti, e il responsabile Parchi e Risorse Forestali della regione Emilia Romagna Enzo Valbonesi.

Prevista inoltre la partecipazione dei primi firmatari della legge in favore dei Piccoli Comuni, gli onorevoli Italo Bocchino ed Ermete Realacci, il senatore Ettore Liguori primo firmatario della proposta di legge per agevolare gli investimenti delle aziende nelle aree protette attraverso sgravi fiscali, gli onorevoli Tino Iannuzzi e Fabrizio Vigni, componenti della Commissione Ambiente, e l’onorevole Gianpiero Pinna. I lavori, coordinati dal giornalista pavese Luigi Bertone, saranno conclusi dal vice presidente nazionale dell’Anci Fabio Melillo e dal governatore della Campania Antonio Bassolino.

“A 10 anni dalla legge quadro sulle aree protette gli Enti locali sentono la necessità di interrogarsi su quello che è stato, su ciò che è, e sul futuro delle aree naturalistiche nazionali e regionali, cercando di offrire il proprio contributo –sottolineano all’unisono il presidente ed il vice presidente dell’Associazione Michele Galimi ed Aniello Mautone.-

Questa nuova associazione, nata nell’ambito di una casa più grande qual è l’Anci, non è nata nel contesto moltiplicativo di una proliferazione associazionistica ma piuttosto per avere una propria identità peculiare da spendere sul tavolo di un chiaro e leale rapporto istituzionale con il Governo, sia esso centrale che regionale, e intende dare voce alle esigenze di tutte le realtà verdi del territorio nazionale attraverso delle proposte e soprattutto un confronto diretto con i livelli istituzionali chiamati a legiferare in materia ambientale.

Un contributo proposito, qualitativo e quantitativo, di chi, per vocazione e condizione, ha sicuramente aspettative diverse da un Comune «normale».”

L’Associazione Nazionale dei Comuni dei Parchi

Il percorso che ha portato alla costituzione dell’Associazione è stato, tutto sommato, non molto lungo, considerando i primi passi mossi a cavallo del 2000 a Palinuro (SA) dove fu messo a punto la bozza d’intenti intorno alla quale raccogliere l’adesione dei comuni “verdi” della Penisola. Proclama di Palinuro, affinato durante il mese di giugno 2003 nel corso del confronto nazionale di Norcia (PG) da cui scaturì la costituzione associativa sancita ufficialmente dall’atto notarile siglato nel dicembre dello scorso anno ad Iglesias nel meridione della Sardegna. Oltre 100 i Comuni “verdi” che fanno già parte dell’Associazione ma il numero è destinato a salire rapidamente alla luce delle richieste di adesione che continuano ad essere avanzate dagli Enti locali.

Tra quelli che hanno dato vita alla costituzione dell’Associazione i Comuni di Bagaldi, Cinquefrondi, Condofuri, Canolo, Delianuova, Oppido Mamertina, Samo e Staiti, in provincia di Reggio Calabria; quelli di Riomaggiore e Vernazza, in provincia di La Spezia; di Alcara Li Fusi, Floresta e S. Marco d’Alunzio, in provincia di Messina; di Carloforte, Guspini, Musei, Ninnai e Villamassargia, in provincia di Cagliari; di Perdasdefogu in provincia di Nuoro; di Norcia in provincia di Perugia; di Aquara, Centola-Palinuro, Cuccaro Vetere, Futani, Laurito, Montano Antilia, Pisciotta, Roccagloriosa e San Mauro la Bruca, in provincia di Salerno.

Fonte: La Citta di Salerno



Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro