Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Lunedì, 18 Dicembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Padula: al via oggi Emozioni Unesco un viaggio emozionale nella Dieta Mediterranea. Porte aperte alla Certosa di San Lorenzo


26-02-2015

Un viaggio emozionale nella dieta Mediterranea in uno dei luoghi più affascinanti d’Italia, la Certosa di Padula. Cultura, arte antica e contemporanea, radicamento delle tradizioni enogastronomiche, senza trascurare l’aspetto scientifico con focus di ricerca e analisi delle prospettive economiche. Tutto questo ruoterà intorno alla mostra “Emozioni Unesco”, che sarà lanciata con una tre giorni di incontri e dibattiti di elevato livello in programma alla Certosa di San Lorenzo dal 26 al 28 febbraio 2015.

Organizzato dal Comune di Padula e dall’Osservatorio Regionale per la Dieta Mediterranea, in collaborazione con la Soprintendenza BAP di Salerno e Avellino, l’evento è finanziato con Fondi Europei attraverso la Misura 1.9, con cui la Regione Campania ha coniugato la ristrutturazione di beni culturali di grande rilievo all’organizzazione di eventi per la loro valorizzazione. Nello specifico, la mostra Emozioni Unesco è stata preceduta da interventi di manutenzione straordinaria e conservazione dell’intera copertura lignea di alcuni locali comunali, ubicati all’interno del complesso monumentale della Certosa. Questi ambienti saranno poi utilizzati per attività di laboratori didattici sulla scuola e la cultura gastronomica regionale e nazionale, tenendo vivo l’interesse per la Dieta Mediterranea e la corretta alimentazione.

“Ospitare Emozioni Unesco – spiega il sindaco di Padula, Paolo Imparato – è per noi un immenso piacere, visto che la nostra Certosa di San Lorenzo è Patrimonio dell’Unesco dal ’98. In un momento di crisi di visite fra siti museali e monumenti, l’iniziativa serve a promuovere tutto il territorio della Campania che primeggia con le sue eccellenze nel campo dell’arte, del paesaggio e dell’enogastronomia. E non c’è di meglio che la Certosa di Padula per rappresentare un ideale trampolino di lancio della Campania verso l’Expo di Milano. Con la forza delle nostre proposte ci dobbiamo far sentire in Italia e in tutto il mondo, promuovendo qui a Padula il nostro territorio, dalla Costiera Amalfitana al Cilento, dal mare alle zone più interne”.

 

La tre giorni di Padula è frutto di una stretta collaborazione tra la Regione Campania e l’Osservatorio per la Dieta Mediterranea, presieduto da Vito Amendolara, che hanno scelto il Comune di Padula per dare il via ad una mostra che sarà poi itinerante. “Un evento di grande rilevanza culturale che unisce due patrimoni Unesco, quello materiale rappresentato dalla Certosa di San Lorenzo e quello immateriale rappresentato dalla dieta mediterranea – spiega l’Assessore alla Cultura, Turismo e Spettacolo di Padula, Tiziana Bove Ferrigno – un evento molto ricco ed articolato che stiamo per ospitare nella Certosa più grande d’Europa, un percorso tematico multimediale ed emotivo, che attraversa le filiere delle eccellenze agroalimentari campane e si conclude con i riflessi ed i benefici sulla salute derivanti della Dieta stessa; tre giorni intensi che contribuiranno alla valorizzazione del nostro territorio su cui il Comune di Padula lavora intensamente, convinto che un’offerta culturale e turistica che dura tutto l’anno sia decisiva per contribuire alla crescita economica del territorio” .

“Abbiamo un patrimonio dell’umanità – afferma Amendolara – la Dieta Mediterranea, riconosciuta tale dall’Unesco. Gli abbiamo fornito una cornice istituzionale attraverso la legge regionale e ora siamo pronti a dargli valore, contenuto reale economico, culturale, educativo. La mostra di Padula è infatti un punto di partenza per riflettere sulla storia della Dieta Mediterranea ma anche sul suo ruolo come stile di vita contemporaneo. E’ questo il grande obiettivo che si pone l’Osservatorio: costruire un modello da offrire alla società e alle imprese, coerente con quello espresso nella legge regionale. Per questo la mostra di Padula sarà poi itinerante, portando in futuro i valori della Dieta Mediterranea in altri luoghi, facendola diventare messaggera di sviluppo e di qualità della vita. Lavoreremo sui giovani, nelle scuole, sulle famiglie e sulle imprese per creare una generazione di cittadini campani consapevoli dei valori e delle opportunità di crescita, offerte dal riconoscimento Unesco. Auspicando che ogni cittadino, nel proprio ruolo, abbia gli strumenti per trasmettere i valori della Dieta Mediterranea alle future generazioni”.

“Questo progetto – sottolinea l’Assessore al turismo e beni culturali della Regione Campania, Sommese – incarna una delle migliori rappresentazioni del binomio beni culturali–enogastronomia che sta caratterizzando la rinascita del turismo in Campania. All’interno delle nostre strategie di promozione abbiamo dedicato un importante spazio all’enogastronomia, con i nostri prodotti tipici di altissima qualità che rappresentano un ulteriore elemento di attrazione. Il nostro concetto guida è che le eccellenze alimentari campane possono essere esse stesse attrattore turistico e patrimonio culturale. La dieta mediterranea, uno dei nostri contributi al patrimonio Unesco, è il mangiare sano senza sacrifici e senza rinunciare al piacere della tavola. Un tesoro finora chiuso in un forziere che, in vista dell’Expo 2015, vogliamo aprire per far conoscere e gustare ai milioni di visitatori che arriveranno nel nostro Paese. Può essere questa la ricetta giusta per consolidare il rilancio del nostro Turismo. Attraverso il Grand Tour ed il nostro cartellone degli eventi, abbiamo infatti “incastonato” le gemme della nostra cucina nella preziosa corona dei beni culturali della Campania per coniugare due forme di turismo, quello culturale e quello enogastronomico, che hanno ampi margini di crescita e possono determinare sensibili ricadute sullo sviluppo economico dei nostri territori”.

La tre giorni di Padula si apre il 26 febbraio con l’incontro inaugurale “Nutrizione, salute e benessere con la dieta mediterranea”, aperto dal sindaco di Padula e dall’assessore Bove Ferrigno, prima che i lavori entrino nel vivo con l’introduzione di Vito Amendolara e il dibattito con gli interventi di Giuliana Valerio (docente di Scienze Motorie e Benessere all’Università Parthenope di Napoli), Katherine Esposito (docente di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo alla SUN); Bruno RAVERA (presidente Ordine dei Medici Salerno); Gaetano Ciancio (Segretario dell’Ordine dei Medici di Salerno) e Ketty Volpe (Esperta Miur – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania).

Intensa la giornata di venerdì 27 con la partecipazione di Francesco Caruso, già ambasciatore presso l’Unesco e vicepresidente dell’Icomos (International Council on Monuments and Sites) che prenderà parte a un confronto sulla prassi di riferimento della Dieta Mediterranea. Durante l’ncontro i rappresentanti delle organizzazioni aderenti alla rete operativa per la Dieta Mediterranea, le organizzazioni professionali agricole, le associazioni imprenditoriali del turismo, degli albergatori, dei ristoratori, i rappresentanti del sistema camerale, discuteranno insieme delle prospettive di sviluppo economico legate alla diffusione della Dieta, iscritta dal 2010 nel patrimonio immateriale dell’Unesco. Ma lo sviluppo passa prima di tutto per l’innovazione, tema di cui si parlerà nel pomeriggio del 27 febbraio attraverso l’intervento di alcuni scienziati del Cnr che porteranno esempi innovativi di processo e di prodotto nelle aziende agroalimentari: a concludere i lavori è previsto l’intervento di Luigi Nicolais, presidente del CNR.

Sabato l’inaugurazione ufficiale della mostra, che sarà aperta per tutti e tre i giorni dalle ore 9.00 alle ore 22.00 (ingresso gratuito) contemporaneamente all’area espositiva dedicata alla presentazione ed alla degustazione delle eccellenze agroalimentari campane e ai momenti di Cooking show: prevista la presenza del Vescovo della Diocesi di Teggiano – Policastro Monsignor Antonio De Luca, del Presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e dell’assessore Pasquale Sommese, che accoglieranno oltre agli ospiti anche le autorità provenienti da tutto il bacino del Mediterraneo, in particolare da Spagna, Grecia, Portogallo, Marocco, Croazia e Cipro.




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro