Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 21 Settembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Teggiano: strepitoso successo per il saggio di fine anno della palestra Salus


25-06-2014

Ormai, il saggio di fine anno della palestra Salus è l’appuntamento d’eccezione di inizio estate della Città Museo di Teggiano, infatti in una serata classica di estate, dove è piacevolmente stare fuori, in compagnia di amici e godendosi un bellissimo spettacolo, Lunedì 23 giugno, nell’area esterna Salus, alle ore 20,30, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Salus Sport, con sede in Prato Perillo di Teggiano, gestita con grande abilità dalla Famiglia di Franco e Pina D’Elia e rappresentata dall’Ing. Donato Benvenga, la vitalità e l’accoglienza divertente della palestra Salus. La Salus opera su tutto il territorio di Teggiano e del Vallo di Diano, organizzatrice, come accade da 28 anni a questa parte, il Saggio di danza di fine anno. Davanti ad un strepitoso pubblico, costituito da centinaia di amici e parenti e autorità politiche neo elette, tra cui anche il neo sindaco dottor Rocco Cimino, ci sono state le esibizioni artistiche degli allievi iscritti ai corsi di danza classica, predanza, moderna, hip hop, jazz, latino americano. Le coreografie sono state curate dalla eccellenza di Jennifer Saia con l’aiuto dei coordinatori tecnici di Antonia D’Elia, Spenillo Diego, Serio Antonio, Di Candia Adriana.
L’evento è stato presentato e coordinato dalla splendida e impeccabile giornalista Annachiara Di Flora, sempre puntuale nei suoi interventi senza mai travisare ed annoiare il pubblico presente. Sulle musiche delle melodie più famose, i ballerini in erba, divisi per categoria, a seconda dell’età che variava dai 4 ai 17 Anni, hanno dato saggio della loro bravura. Una serata all’insegna della danza, che si è articolata in 3 momenti di esibizioni, con l’apertura della prima parte del saggio che ha visto l’esibizioni di danze e balli di hip hop, jazz, rock, latino americano. La seconda parte del saggio ha visto l’esibizione della nuova moda di mantenersi in forma e smaltire il peso in eccesso, lo “Zumba Fitness”, una dimostrazione fatte dalle madri degli allievi/e dei corsi, che per 20 minuti hanno ballato e saltato ad un ritmo forsennato, che neanche i migliori atleti lo fanno, mentre, gli oltre 90 allievi, tra ragazzi e ragazze, con i tipici costumi nazionali si sono esibiti nei balletti più famosi del mondo. La terza parte e finale della lunga serata, dedicata al tradizionale musical, quest’anno, con delle straordinarie corografie sceniche è stata la volta della commedia musicale di “Il Gobbo di Notre Dame” la storia d’amore di Esmeralda e Quasimodo, soprannominato il gobbo di Notre Dame, che vive all'interno del campanile della cattedrale come campanaro, dove vi è rinchiuso per ordine del suo padrone, il giudice Claude Frollo, colui che lo ha adottato da neonato, quando assassinò la sua buona madre. In più occasioni dimostra forza e agilità sovrumane. Ama gli animali e gli unici amici che ha sono i tre Gargoyles animati. È inoltre una persona molto dolce e sensibile dentro. Si innamora di Esmeralda, ma alla fine la considera come semplice amica e lascia che stia con Febo, poiché il suo vero scopo finale è quello di uscire dalla cattedrale, andare ad esplorare Parigi, e fare amicizia con tutti quelli che incontra. Quasimodo vuol dire "formato a metà", Frollo lo battezzò con questo nome, poiché lo adottò di malavoglia.
Il successo dello spettacolo è stato evidenziato dallo scroscio di applausi che faceva seguito ad ogni esibizione. Bisogna dire, un organizzazione perfetta e di assoluta accuratezza, anche nei minimi particolare, fatta di mesi di lavoro e pazienza.
Il Centro Salus, grazie alla sua direttrice artistica Jennifer Saia ed alla passione profusa dai suoi insegnanti, rappresenta dopo oltre 25 anni di attività e di crescita, un’eccellenza nella scena coreutica del nostro territorio e la rappresentazione di Lunedi sera, ne è stata la dimostrazione. “ La danza è il linguaggio nascosto dell’anima. Tutto ciò è stato reso possibile solo grazie al grande amore ed il rispetto che abbiamo della Danza e di tutti coloro che con passione e sacrificio si avvicinano ad Essa, come più volte si è detto durante il saggio: La danza un’arte sublime, un sogno che può diventare realtà” ha commentato Jennifer Saia a fine serata ai microfoni del giornalista di Unotv dott. Pietro Cusati.

MICHELE D’ALESSIO
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro