Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 17 Settembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Salerno: convegno #perchisimescola, un momento di informazione e approfondimento sull’inclusione sociale delle persone con disabilità mentale.


26-05-2014

Sabato 24 Maggio al teatro Ghirelli - Parco dell’Irno, Salerno, si è tenuto l’incontro pubblico #perchisimescola , un convegno di informazione e approfondimento sull’inclusione sociale delle persone con disabilità mentale. Tra i partecipanti il Sindaco del Comune di Montecorvino Pugliano Domenico Di Giorgio, il Vicesindaco del Comune di Salerno Eva Avossa e l’Assessore all’Ambiente Gerardo Calabrese, ma soprattutto rappresentanti dei diversi partners del progetto: OdV Mai Più Soli- Battipaglia , Aps La Vita Dentro-Salerno, coop. Soc. Stalker- Eboli, Aps Progettazione e ricerca sociale, Aps Macroverso-Salerno, Ispreff –Salerno, Aps Frida-Cava, Ass. Culturale Giovamente-Salerno, Fedagri Confcooperative- Campania, ASL Salerno, Comune di Montecorvino Pugliano, Fondazione della Comunità Salernitana.
Si è inteso realizzare – come specificato nel sito dedicato al progetto (www.capovolti.org) - un momento pubblico di informazione e approfondimento sui temi legati all’inclusione sociale delle persone con disabilità mentale in una logica di progettazione e costruzione di esperienze concrete di prossimità, coinvolgimento, costruzione di reti territoriali multilevel e spazi di comunità in cui favorire l’autodeterminazione delle persone con disabilità, il pieno apporto delle famiglie, dell’impresa, delle istituzioni all’implementazione di servizi e spazi di micro-economia, con particolare riferimento all’ Agricoltura Sociale, alla tutela del territorio, alla valorizzazione delle risorse locali, storiche, culturali e naturali.
Il Direttore del Progetto Capovolti il Dott. Francesco Napoli ha sottolineato sui media che “Più che un convegno, #perchisimescola, vuole essere uno spazio altro, con regole altre per intessere una nuova trama per l’inclusione sociale di persone con disabilità mentale, per ri-mettere al centro risorse e bisogni delle famiglie e degli utenti, per ripensare prassi e strategie condivise, per reinventare una comunità che ri-parte da se stessa e ri-costruisce il proprio destino di sviluppo”.
Per approfondire lo stato dell’arte rispetto alla presa in carico di persone con disabilità mentale e delle loro famiglie, nonchè aprire una riflessione su nuove possibili strategie di inclusione è stato dato spazio a “nuove idee”, messe a confronto nell’ambito del concorso Call For Paper . Queste sono visionabili dal blog di Capovolti http://www.capovolti.org/blog-call-for-papers .
Il premio speciale #perchisagustarla, è andato alla
IV-A dell’ Istituto Alfano di Salerno , mentre il premio “Social” è stato vinto da “Diversità bene comune”di Mariarosaria Moffa . Il 1° Premio Vincitore della Call 2014 è stato attribuito all’Avv. Michela Patti che ha presentato un contributo dal titolo : GIOVANI CON DISABILITA’ MENTALE CHE DELINQUONO, TRA PROGETTI DI RIEDUCAZIONE E INCLUSIONE SOCIALE . I RISULTATI DI UNA RICERCA.
L’Avv. Patti , ringraziando l’organizzazione non solo per il riconoscimento ottenuto , ma soprattutto per l’importante e costruttivo momento di confronto realizzato , ha sottolineato che “L’inclusione sociale delle persone con disabilità mentale è un tema assai dibattuto in ambito nazionale e internazionale. La situazione si complica per quei soggetti che a causa delle loro menomazioni mentali – dove per tali si intendono sia le menomazioni che non comportano la malattia mentale sia quelle che la comportano –commettono dei crimini . Si dovrebbe raggiungere l’equilibrio tra esigenze garantistiche di tutela dell’individuo/disabile mentale che delinque e quelle di prevenzione dei reati e di tutela della collettività. La strada è tutta in salita, ma non è escluso che- parafrasando quanto detto da Basaglia nelle conferenze brasiliane del ’79 – “l’impossibile possa diventare possibile”. Pur nelle contraddizioni e difficoltà quello che deve sostenere l’agire degli operatori tutti nonchè della società è “… la ricerca costante sul piano dei bisogni, delle risposte più adeguate alla costruzione di una vita possibile per tutti gli uomini” (F. Basaglia, da Crimini di pace).
Per promuovere la qualità della vita delle persone con disabilità mentale è necessario conoscere la specificità , la storia personale , il contesto in cui vive “quel disabile mentale” che ha commesso “quel particole tipo di reato”. Solo in tal modo si possono implementare modalità di sostegno adeguate e offrire al disabile l’accesso a: informazione, salute e cura, educazione, scolarizzazione e formazione”.
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro