Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Venerdì, 23 Giugno
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Interrogazione parlamentare del M5S sul processo Chernobyl: si ringraziano tutti i firmatari


09-04-2014

http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=16995&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27CAMERA%27


La sede CODACONS del Vallo di Diano apprende, in data odierna, di un’importante interrogazione
presentata dal portavoce parlamentare Angelo Tofalo del M5S. Con il presente comunicato si vogliono ringraziare ANGELO TOFALO e tutti i firmatari: D'UVA FRANCESCO, IANNUZZI CRISTIAN, BIANCHI NICOLA, ROMANO PAOLO NICOLO', TONINELLI DANILO.

Si riporta di seguito, integralmente, l’interrogazione parlamentare.

Il Responsabile della Sede
prof. Roberto De Luca
 

 

Atto Camera (XVII Legislatura)
Seduta di annuncio: 206 del 07/04/2014
Primo firmatario: TOFALO ANGELO
Gruppo: MOVIMENTO 5 STELLE
Data firma: 07/04/2014
Ministero destinatario:
• MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
• MINISTERO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA delegato in data 07/04/2014
Interrogazione a risposta scritta 4-04397
presentato da
TOFALO Angelo
testo di Lunedì 7 aprile 2014, seduta n. 206


TOFALO, D'UVA, CRISTIAN IANNUZZI, NICOLA BIANCHI, PAOLO NICOLÒ ROMANO e TONINELLI. — Al Ministro della giustizia, al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. — Per sapere – premesso che:
il 25 febbraio 2014, si è svolta presso il tribunale di Salerno l'udienza preliminare in seguito all'inchiesta denominata «Chernobyl», condotta dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, relativa alla presunta consumazione di vari reati in danno dell'ambiente, tra i quali il reato di disastro ambientale doloso articolo 434 c.p. (nel periodo compreso tra gennaio 2006 e luglio 2007 i 38 indagati avrebbero concorso tra loro allo smaltimento illecito di 980.000 tonnellate di rifiuti pericolosi e non pericolosi, procurando per sé un profitto illecito di 50 milioni di euro);
all'esito della stessa, il GUP (giudice udienza preliminare) ha disposto il rinvio a giudizio di tutti i 38 indagati per tutti i capi di imputazione, ad esclusione dei reati di smaltimento illecito e deturpamento delle bellezze naturali;
la pronuncia del GUP è avvenuta ad oltre 6 anni dalla consumazione dei suddetti reati e, per effetto della scadenza dei termini di prescrizione, i due reati di cui sopra si sono estinti;
un precedente processo per reati ambientali, instaurato a seguito dell'inchiesta denominata «Cassiopea» e condotta dalla stessa procura di S. Maria Capua Vetere nel 2001, non è giunto a conclusione a seguito del sopraggiungere del termine di prescrizione anche per il reato più grave, ovvero il disastro ambientale –:
quali iniziative urgenti, anche normative, si intendano adottare per evitare che i procedimenti penali, aventi oggetto reati ambientali, cadano in prescrizione. (4-04397)
 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro