Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 23 Novembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Il 9 aprile al tribunale di Salerno si apre ufficialmente il processo Chernobyl


03-04-2014

Continua a far discutere senza alcun dubbio il processo Chernobyl che si apre ufficialmente il 9 aprile prossimo al tribunale di Salerno. E cresce l’attesa intorno il procedimento penale a carico di 38 imputati finiti nel fascicolo della omonima inchiesta che vede coinvolto anche il Vallo di Diano. Al centro lo sversamento illecito di rifiuti tossici. Scattata tra gennaio 2006 – giugno 2007, la vasta operazione ha interessato diverse aree delle province di Napoli, Caserta, Salerno, Avellino, Benevento e Foggia, operazione che nel 2009 ha condotto al rinvio a giudizio dei 38 nomi perchè accusati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di delitti ambientali inerenti il traffico illecito di rifiuti speciali, il danneggiamento aggravato, la gestione illecita di rifiuti inquinanti dispersi nell'ambiente, il disastro ambientale, falsi e truffa aggravata ai danni di enti pubblici. Il più grave è senza dubbio il disastro ambientale aggravato e continuato.  Fino alla scorsa udienza parte della fase preliminare oggi sono tutti rinviati a giudizio e dunque nella fase dibattimentale che si apre proprio mercoledì 9 aprile dovranno rispondere delle accuse a loro carico.  Si continuano a battere in prima linea per conoscere la verità, tra gli altri, il Codacons Vallo di Diano e le associazioni come #dianoinpiena, la chiesa e l’intera società civile assetata di Verità. Va detto che sono caduti solo i capi di imputazione minori per imminente estinzione del reato. E restano i capi di accusa per i prosciolti come il Capo d'imputazione C che riguarda azioni di un disegno criminoso messo in atto senza autorizzazione "o attraverso false dichiarazioni di inizio di compostaggio e l'effettuazione illecita dello smaltimento dei rifiuti pericolosi e non, mediante spandimenti illegali in particolare di fanghi tossici abbandonati su centinaia di ettari di terreni all'interno delle aziende agricole, nonchè attraverso abbandoni nell'ambiente ed inoltre a ridosso di cave e burroni – si legge- riempiendo vallate ed affossamenti e abbandonando i rifiuti selvaggiamente nel fiume Sabato, affluente al Calore, a sua volta affluente al fiume Volturno...". Mentre il Capo d'imputazione E riguarda il concorso in distruzione e deturpamento delle bellezze naturali. Insomma, si continua a discutere in attesa che, vengano fatte ulteriori analisi e eventuali bonifiche di zone densamente popolate, il cui fabbisogno e sostentamento quotidiano deriva proprio dai prodotti di quella terra. E non si dica che in Campania esiste solo la Terra di Fuochi!

Antonella Citro

 




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro