Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Martedì, 21 Novembre
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Tribunale: nulla di fatto all’assemblea del comitato pro referendum. Tutto rinviato al prossimo 23 dicembre


19-12-2013

E’ difficile fotografare la situazione attuale che sta vivendo in questo momento il Vallo di Diano che sta subendo una evidente ingiustizia per la soppressione del tribunale di Sala Consilina e il relativo accorpamento al tribunale di Lagonegro. Dopo la costituzione ufficiale del comitato pro tribunale avvenuto in queste ultime ore composto da semplici cittadini attivi da tempo in prima fila nella lotta che vede presidente Franco Lamanna, ieri sera all’aula consiliare del palazzo di città salese, si è riunito il comitato pro referendum per eleggere il consiglio direttivo che da statuto approvato prevede nove elementi rappresentanti di diverse categorie. Ma la seduta si è conclusa con un nulla di fatto mancando i numeri necessari per l’elezione e il tutto verrà aggiornato al prossimo 23 dicembre alle 20. Dunque attualmente esistono due realtà, due comitati, che sembrano camminare su binari paralleli ma non combacianti anche se la finalità resta la stessa: riavere a Sala il suo tribunale. Amara la nota del comitato pro tribunale: “Il gruppo così costituito sarà allargato a tutti coloro che vorranno farne parte e lavorerà per sensibilizzare l’opinione pubblica per la partecipazione al referendum abrogativo auspicando la sua definitiva ammissione- si legge- il comitato prende le distanze da iniziative collaterali portate avanti da avvocati e altri”. Intanto sono state raccolte 255 firme per la costituzione del comitato promosso dal sindaco Gaetano Ferrari e dall’avv. Katia Nola in primis per costituire un gruppo di pressione dati i tempi davvero molto ristretti. Giuseppe Colucci impegnato più volte in questa battaglia si è detto vicino alla causa tribunale e ha ribadito quel che conta non sono le divisioni ma raggiungere il risultato. Così mentre si fa appello al senso di responsabilità credibilità e unità ancora si hanno negli occhi impresse le scene del 13 e 14 settembre scorsi quando la protesta popolare si accese contro la decisione del Governo di accorpare il tribunale salese a quello lucano e furono messe in atto azioni molto forti. E oggi più di ieri mancando l’interlocutore gli animi sono sempre più esasperati ma fiduciosi in un ripristino. “La forma è sostanza -ha ribadito Ferrari - e il referendum ha bisogno dell’appoggio di tutti. Gli sbagli del passato dobbiamo accantonarli, oggi c’è bisogno di richiamare le fila e la preoccupazione principale del direttivo sarà lavorare su idee vantaggiose per il tribunale. Utile ora è trovare il giusto sistema di voto. Io sono per il tribunale e basta senza distinzioni di sorta”.

Antonella Citro




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro