Vallo Web - Pagina iniziale portale Vallo di Diano tapparelle
Tapparelle avvolgibili: acquistale online come in fabbrica
Preventivo online
 
 
Home  News  Eventi  Paesi  Chat  Info Utili  Orari bus  Foto 
 
Cerca su Google
 
Giovedì, 20 Giugno
 
Previsioni Meteo Vallo di Diano e Cilento - Provincia di Salerno
 
Imposta come pagina iniziale!
Vegliante Giuseppe
Aggiungi ai tuoi preferiti!
Segnala ValloWeb ad un amico!
 



Crisi, Caldoro: "Da Bankitalia riconoscimento autorevole. E' conferma che stiamo facendo bene"


20-11-2013

"La situazione resta difficile ma i dati di Bankitalia confermano che stiamo facendo un buon lavoro": lo dice il Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, riferendosi ai dati diffusi oggi dalla Banca d'Italia sull'andamento dell'economia campana.

"E' un riconoscimento autorevole - sottolinea Caldoro - La crisi ha effetti molto duri sui giovani, sulle famiglie e le imprese ma la Campania fa meglio di altri". "In questi anni abbiamo accelerato sulla spesa dei fondi europei - continua Caldoro - abbiamo concentrato le risorse su progetti strategici. Abbiamo ridotto la spesa corrente, non ci indebitiamo per spesa improduttiva".

"Questi risultati sono anche il frutto del lavoro con le parti sociali. Il gioco di squadra con imprese e sindacati, nel rispetto dei ruoli diversi, è elemento irrinunciabile", conclude Caldoro.

Primi segnali incoraggianti per la Campania che comincia ad agganciare la ripresa economica, si pone alla testa delle regioni del Sud, ma deve sopportare il fardello di coloro che cercano lavoro il cui numero cresce nonostante l'occupazione resti stabile.

Le cifre rese note oggi dalla Banca d'Italia nell'aggiornamento congiunturale sull'economia della Campania inducono a un cauto ottimismo che riguarda per ora gli imprenditori visto che alle famiglie i segnali di ripresa arriveranno ''solo quando le imprese ricominceranno a investire", spiegano Giuseppe Boccuzzi, direttore della sede di Napoli della Banca d'Italia, e Giovanni Iuzzolino, responsabile della divisione ricerca e analisi economica territoriale della Campania per la Banca d'Italia.

I segnali di ripresa, nei primi nove mesi del 2013, si collocano a un livello intermedio fra quelli, relativamente più intensi, del Centro-Nord e quelli, più deboli delle altre regioni del Sud: dati che indicano come possibile un ritorno alla crescita del Pil nel 2014, soprattutto se proseguirà l'accelerazione nella spesa dei fondi strutturali dell'Unione Europea. Un settore nel quale i dati degli ultimi 12 mesi sono più che positivi: la quota di spesa certificata di risorse del Fesr è salita infatti al 25,4% di fine ottobre 2013 rispetto al 15,4% di fine 2012.

In pratica sono stati spesi un miliardo e 160 milioni di euro (rimangono da spendere circa tre miliardi di euro). L'accelerazione della spesa - dice Bankitalia - migliora anche le previsioni delle imprese che considerano ora "credibile che ci si avvicini ai tre miliardi di fondi da spendere entro il 2015". "La situazione - commenta il presidente della Giunta Regionale Stefano Caldoro - resta difficile ma i dati di Bankitalia confermano che stiamo facendo un buon lavoro. E' un riconoscimento autorevole".

E una spinta alle imprese arriva anche dal pagamento dei debiti della pubblica amministrazione su cui ha lavorato il governo ma su cui, spiega Bankitalia, "la Regione Campania ha puntato prevedendo pagamenti di debiti per tre miliardi di euro". Segnali di ripresa arrivano anche grazie alla vitalità dell'industria campana che è la migliore fra quelle del Sud, in particolare sull'export, settore per il quale la regione si colloca fra le otto che in Italia hanno avuto segno positivo.

Frena, infine, il calo dell'occupazione: nel primo semestre del 2013 il dato sugli occupati è rimasto sostanzialmente stabile ma le persone in cerca di occupazione nel 2013 hanno raggiunto le 440.000 unità.

tratto da: www.salernonotizie.it




Accessi al portale
Accessi dal 20 settembre 2004
Contatta Valloweb - E' un progetto by SottoWeb s.r.l. e in collaborazione con ValloEventi.com



Box doccia
Acquista il tuo Box Doccia online a prezzo di fabbrica a partire da 54,90 euro